Gara per le isole fuori terra, scatta ricorso al Tar

Rifiuti e ricorsi. Si apre un contenzioso anche sul nuovo sistema di raccolta differenziata del centro storico: l’azienda arrivata seconda nella gara di appalto per la realizzazione delle nuove isole ecologiche fuori terra ha presentato ricorso al Tar, contestando così l’esito della gara stessa. Lo rende noto il presidente di Sistema Ambiente, Matteo Romani, che ha già depositato la propria memoria al Tribunale amministrativo della Toscana, convinto della validità della scelta operata. Al vaglio del giudice, che si esprimerà il prossimo 20 novembre, c’è anche la posizione dell’azienda vincitrice, Idea srl.

Nel frattempo, va avanti il percorso che porterà all’entrata in funzione del nuovo sistema di raccolta differenziata del centro storico, promosso da Sistema Ambiente e dall’amministrazione comunale, grazie al quale sarà eliminata la raccolta dei sacchetti filo-strada e saranno introdotte 70 nuove isole ecologiche fuori terra, denominate Garby.
Garby. Per vivere il centro storico: è questo il filo conduttore che contraddistingue quella che può essere definitiva una vera e propria rivoluzione nella gestione e nella raccolta dei rifiuti all’interno delle Mura urbane. La capillarità della disposizione dei Garby nel centro storico è stata studiata affinché siano facilmente raggiungibili e accessibili, in modo che i cittadini-utenti possano trovarli a due passi da casa o dal posto di lavoro. Con l’avvio di Garby, partirà proprio dal centro storico anche una seconda novità, che riguarda la separazione del vetro dal multilaterale leggero (plastica e imballaggi in metallo e in acciaio). La terza novità, infine, si riferisce al sistema di misurazione della tariffa: con l’introduzione della tariffa puntuale sulla parte variabile della bolletta, infatti, i cittadini pagheranno per l’effettiva quantità di rifiuto indifferenziato prodotta e conferita alle isole.
La prossima settimana proseguiranno gli incontri con la cittadinanza e con i commercianti: il primo, in ordine di tempo, è fissato per giovedì (14 novembre), alle 9, nella Sala dell’oro della Camera di Commercio di Lucca, con gli esercenti lucchesi e, più in generale, con coloro che rientrano nella categoria delle utenze non domestiche. A seguire, sabato (16 novembre), alle 10,30, nella sede del Cred, in via Sant’Andrea 33, Sistema Ambiente e amministrazione comunale incontreranno nuovamente i cittadini. Il terzo appuntamento, sempre rivolto ai residenti del centro storico, è previsto per martedì 19 novembre, alle 21, alla Pia Casa, in via Santa Chiara. Ulteriori info sulla nuova differenziata del centro storico: www.sistemaambientelucca.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.