Educazione finanziaria, ok il convegno a Lucca

Più informazioni su

Grande interesse per l’incontro di educazione finanziaria dello scorso 18 novembre tenutosi a Lucca nella sede della Confindustria Toscana Nord, organizzato dalla Cassa di Risparmio di Volterra in collaborazione con Eurovita Spa, compagnia assicurativa specializzata nel ramo vita e nell’offerta di soluzioni di bancassicurazione.

All’apertura dei lavori del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini hanno fatto seguito i saluti del vice presidente della Crv, Giorgio Ghionzoli, che ha sottolineato il ruolo fondamentale della Cassa come banca del territorio, ovvero banca al servizio di famiglie ed imprese capace di fare sistema con il territorio stesso per la sua crescita economica sostenibile.
La tavola rotonda, moderata dal dottor Andrea Gennai, giornalista del quotidiano il Sole 24 Ore e caporedattore del Settimanale Plus24, ha visto confrontarsi sulla differenza tra il concetto di risparmio e quello di investimento e sul tema del passaggio generazionale il vice direttore generale della Cassa, Stefano Pitti e Piergiorgio Costantini, direttore commerciale e marketing di Eurovita Spa. Un dibattito chiaro e trasparente che ha visto la partecipazione attiva anche di buona parte del pubblico intervenuto, a testimonianza dell’attualità delle tematiche affrontate e dell’interesse che queste destano su imprese e famiglie. “L’attuale composizione della ricchezza degli italiani, molto concentrata su immobili e liquidità detenuta sul conto corrente, può risultare non idonea per la realizzazione dei progetti di vita futuri delle famiglie, considerato l’allungamento delle attese di vita, il venir meno del welfare pubblico e del supporto sociale della vecchia famiglia patriarcale e l’attuale situazione di tassi zero sugli investimenti in strumenti obbligazionari – afferma il vice direttore della Cassa che prosegue -: anche il passaggio della ricchezza alle prossime generazioni rappresenta una nuova sfida, anche nel mondo delle aziende, considerato che circa un quarto delle imprese a matrice familiare (che rappresentano la maggior parte del tessuto imprenditoriale italiano) è guidato da un leader di età superiore ai 70 anni e che quasi una su cinque di queste imprese dovrà affrontare il ricambio generazionale nei prossimi 5 anni, un ricambio generazionale molto delicato considerato che, secondo le stime della Commissione Europea, solo un terzo delle imprese sopravvive alla seconda generazione; è importante quindi che anche per la trasmissione della ricchezza alle prossime generazioni ci sia maggiore consapevolezza tra famiglie e imprese in modo da riuscire a programmarla per tempo con gli strumenti giuridici e le soluzioni che il mondo assicurativo mette oggi a disposizione”.
Un’altra importante tappa del programma Valore della Cassa di Risparmio di Volterra che porta ormai da anni nelle varie cittadine della Toscana e nelle scuole i temi dell’educazione finanziaria, rendendo accessibile e alla portata di tutti il confronto diretto con esperti della materia e attori del mondo finanziario ed assicurativo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.