Le rubriche di Lucca in Diretta - Libri

Alla Biblioteca Statale di Lucca la presentazione del libro Berta di Toscana di Vincenzo Moneta

Domani (23 aprile) alle 17 nei Saloni Monumentali della Biblioteca Statale a Lucca, Vincenzo Moneta presenterà il suo libro Berta di Toscana di Felici Editore 2013.
“Berta di Lotaringia, figlia del re Lotario II, pronipote di Carlo Magno, contessa di Arles e marchesa di Toscana, fino a ieri, era una lapide dimenticata nel Duomo di San Martino a Lucca” commenta Moneta. Con questo libro, l’autore ne racconta la vita e le gesta documentando e argomentando con precisione storico-scientifica. Quella che ne viene fuori è una figura estremamente attiva, autonoma, intraprendente, insomma una donna molto poco medievale ma piuttosto moderna che, pur lontana nel tempo, può essere un riferimento per le donne di oggi. Berta non aveva paura di mettersi allo stesso livello dei massimi esponenti politici del suo tempo e non aveva alcun timore verso l’autorità costituita. 
Le sue ambizioni, l’influenza che ebbe sulla città di Lucca e dunque su Roma, Aquisgrana, Bisanzio, Bagdad, Cordoba e il potere che esercitò sull’elezione dei papi ne fanno una donna unica, figlia di un tempo che, secondo l’autore, non è poi così distante dal nostro.
Vincenzo Moneta, attraverso il cinema, la fotografia e il teatro, ha realizzato negli ultimi trent’anni presso comuni, quartieri, circoscrizioni, associazioni e scuole di ogni grado, originali proposte culturali frutto del suo ampio bagaglio di esperienze maturate in anni di ricerche foto-cinematografìche realizzate nei suoi viaggi ai quattro angoli della terra.
Interverranno alla presentazione anche l’assessore alla cultura del comune di Lucca Alda Fratello, il presidente del consiglio comunale di Lucca Matteo Garzella, Raffaele Savigni, Piera Teglia e Nicola Laganà.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.