Geal, ok al bilancio: nuovi investimenti per la rete idrica

Si chiude con un saldo positivo e con un volume di investimenti che ha superato i 4 milioni di euro il bilancio 2013 della Geal SpA. Anche per il 2013 la tariffa dell’acqua di Lucca è rimasta la più contenuta della Toscana, ammontando in media a 1,75 euro al metro cubo. Seppur più contenuto rispetto al 2012, l’utile realizzato dalla società è stato di 1.827.000 euro, parte del quale andrà a sostenere nuovi investimenti (854.000 euro che rappresentano la quota tariffaria definita FoNI, Fondo nuovi Investimenti), mentre un’altra parte già accantonata pari a 50.000 euro andrà a vantaggio delle utenze svantaggiate come previsto dalla normativa.

La restante quota di utile, 973.000 euro, sarà distribuita in forma di dividendi agli azionisti della società così come deciso nel corso dell’assemblea che ha approvato il bilancio svoltasi nei giorni scorsi.
“I numeri del bilancio 2013 –commenta il presidente di Geal Giulio Sensi- sono il risultato di una gestione efficiente del servizio idrico integrato da parte di un’azienda che riesce a migliorare le performance economiche, dando più qualità al servizio, investendo in innovazione ed estensione delle reti e mantenendo la tariffa ai minimi livelli della Toscana. Un’azienda che guarda alla gestione dell’acqua come ad un bene comune in un territorio che ha una forte tradizione di difesa e salvaguardia delle proprie risorse idriche. Anche per questo, nonostante i ritardi infrastrutturali che caratterizzano parte del territorio lucchese e che il finanziamento tramite tariffa andrà progressivamente a sanare, gli aumenti tariffari sono stati contenuti nel 2013 e lo saranno nel 2014. In valore assoluto i più bassi tra i gestori toscani, pur partendo da un livello inferiore”.
“Nel corso del 2013 –afferma l’amministratore delegato di Geal Andrea De Caterini- abbiamo toccato il picco di investimenti nella storia dell’azienda, raggiungendo quota 4,2 milioni di euro. Quelli del 2012 e 2013, sommati ai 36 previsti nei prossimi 4 anni, portano la cifra complessiva a 43 milioni di euro. Stiamo lavorando coerentemente ad accelerare la progettazione e realizzazione degli investimenti sul territorio: perché si apre una stagione importante che porterà l’azienda nei prossimi anni a colmare il vuoto infrastrutturale che caratterizza il territorio lucchese, in particolare per la carenza di rete fognaria nella zona dell’Oltreserchio. L’efficienza dell’azienda nella sua gestione quotidiana e negli investimenti rimane un punto di partenza fondamentale per poterli confermare, considerato anche che nel 2013 abbiamo assistito ad un importante calo dei volumi e dei fatturati”.
Nel complesso nel 2013 Geal ha fatturato 13.452.000 di euro di acqua. Grazie ai nuovi allacciamenti alla rete idrica le utenze sono aumentate dello 0,6% anche se il consumo medio per utenza è diminuito nettamente (5,5%) e il calo è stato più evidente fra gli usi commerciali e quelli pubblici (con meno 8,5% a fronte del 4,8% di quelli domestici).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.