Quantcast

Maggiano convoca assemblea: “Tralicci, vogliamo tutele”

Nuovo incontro a Maggiano giovedì (8 maggio) per discutere dei possibili dell’elettrodotto già esistente, quello che passa nelle colline di Maggiano. Ad organizzarlo è il comitato nato già nel 2005 contro la famigerata tratta La Spezia – Acciaiolo. “Su sollecitazione degli aderenti al comitato contro l’elettrodotto esistente La Spezia-Acciaiolo nato nel 2005, vogliamo fare il punto della situazione dopo gli ultimi consigli comunali – scrive Claudio Villani -. Prima di tutto vorremmo ricondurre la riflessione sull’origine di quanto sta accadendo in questi giorni. L’elettrodotto – quello reale, quello vero che passa sulle nostre teste dal 1985 – comporta gravissimi rischi per la popolazione residente fra Maggiano, Nozzano, San Pietro, Farneta, Arliano ed anche Formentale già dal lontano 1985, quando l’allora Enel trasformò una piccola linea da 132mila volt nell’elettromostro (corrisponde al nome del nostro Gruppo su facebook dove trovate gli aggiornamenti ) da 380mila volt”.

“In questi giorni – prosegue il comitato – la grancassa mediatica ha amplificato i rischi a venire (che non ci devono essere per nessuno) ma si è dimenticata di dare la stessa risonanza ai rischi sanitari e statici già in essere, e sono gravi, di chi li sopporta da oltre dieci anni. Noi ci ritroveremo come comitato a Maggiano presso la sede della associazione Insieme per Maggianoa fianco della chiesa di Maggiano giovedì 8 maggio alle 21 per stilare una richiesta ufficiale di interruzione dell’elettricità sulla linea”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.