Barga, Bonini vince sfida con Sereni. Giannini a Fabbriche foto

Occhi puntati sui futuri assetti dei comuni che rinnovano sindaco e consiglio comunale in Valle del Serchio. Il dato più eclatante è il successo netto a Borgo a Mozzano di Patrizio Andreuccetti (Missione Domani), segretario territoriale del Pd con il 49,02% dei voti su Andare Oltre (40,88%) di Elena Ghiloni e Borgo in Movimento che esordisce con un lusinghiero 10,08%.
Tra i primi dati ad arrivare c’è quello relativo al neonato comune di Fabbriche di Vergemoli. Qui la sfida è stata vinta da Michele Giannini, ex sindaco di Vergemoli (commissariato dal gennaio scorso per la fusione con Fabbriche), che con oltre il 56% delle preferenze ha battuto il candidato Nicola Boggi della lista Costruiamo il Futuro.  Ormai definitivo il responso delle urne a Barga, che sceglie la continuità con Marco Bonini, candidato del centrosinistra che stravince con il 68,4% dei voti (Leggi l’intervista al sindaco di Barga). Non riesce il “colpaccio” allo sfidante Umberto Sereni, che si è messo a capo di una lista civica, aprendo anche ad alcuni elementi del centrodestra. Una scelta che non ha premiato l’ex sindaco, che esce con le ossa rotte dalla sfida elettorale, fermandosi al 31,6%.
“In democrazia – sottolinea Sereni – il responso delle urne è sovrano e va sempre accolto con grande rispetto. Certo questo non è il responso che mi aspettavo. Ero convinto non di vincere, ma di fare un risultato migliore. Di andare assai vicino a Bonini. Quindi c’è una delusione consistente e anche amara per questo risultato. Mi sono lasciato prendere dalla voce del cuore. Mi sono buttato in una battaglia sapendo che questa battaglia era impossibile a vincere, ma l’ho fatto perché sentivo il dovere di farlo per l’onore e la dignità di questo comune. Speravo che questo  potesse essere raccolto e condiviso dalla gente. Alla fine dunque, io mi sento in pace con la mia coscienza. Ma non so se tutti i cittadini del comune di Barga che non mi hanno votato, pur manifestandomi la loro simpatia, siano ugualmente in pace. Ringrazio i miei collaboratori per la passione e la generosità che hanno messo perché anche loro sapevano che era una partita impossibile, però ci si sono buttati; hanno fatto una esperienza democratica che serve sempre, serve a crescere e serve a maturare. Posso dire che in questo mese abbiamo fatto un’esperienza di vita democratica valida sempre per la comunità. La mia opposizione ora sarà alla Sereni. E quindi posso dire che quella di oggi, se tanto mi da tanto, potrebbe essere una vittoria di Pirro. La mia infatti sarà una opposizione intelligente, come deve essere un’opposizione, avendo sempre di mira il bene comune, ma appunto lavorando perché certe scelte,  se si considerano sbagliate, non siano prese. Riguardo alla vittoria del mio avversario aggiungo che la lista Bonini ha avuto una grande affermazione; diciamo che nelle condizioni in cui era impossibile che non l’avesse. La sua era una vera corrazzata. Però una bella affermazione l’ha avuta. E la soddisfazione di sconfiggere il Sereni a Barga – conclude – io non l’ho concessa a molti. Bonini se l’è presa. Ne faccia caso”.
Vittoria netta a Pescaglia del candidato del centrosinistra Andrea Bonfanti, che supera Sandra Paoli, già componente dell’amministrazione Baldassari.

BARGA
Marco Bonini – eletto sindaco – voti 3861 68,36%
INSIEME PER IL FUTURO: Lara Baldacci 485, Alessia Biagiotti 186, Caterina Campani 631, Vincenzo Cardone 181, Aldo Cheloni 193, Francesco Consani 288, Sabrina Giannotti 298, Ilaria Giovannetti 256, Marco Onesti 280, Pietro Onesti 546, Gianpiero Passini 377, Silvia Redini 130, Giorgio Salvateci 262, Stefano Santi 263, Giovanna Stefani 214, Lorenzo Tonini 270

Umberto Sereni – voti 1787 31,64%
CON SERENI PER UN NUOVO INIZIO: Francesca Tognarelli 243, Giorgio Baggio 12, Raffaello Bernardini 167, Michele Brogi 111, Antonio Casci 23, Catia Casci 33, Matteo Casci 123, Dalida Fiorina Gonnella 52, Stefania Gonnella in Giannini 33, Franco Mammi 7, Luca Mastronaldi 134, Fabiola Moriconi 66, Umberto Pedrigi 45, Alessandro Pellegrini 20, Alessandra Romiti 85, Guido Santini 134

BORGO A MOZZANO
Elena Ghiloni 40,88% (1702 voti)
ANDARE OLTRE: Cristina Benedetti, Lorenzo Bertolacci, Simone Bertuccelli, Mario Biondi, Pier Luigi Nicoletti, Barbara Evangelisti, Patrizia Motroni, Sabatino Lucchesi, Chiara Polidori, Eliseo Pasquini, Ilenia Puccinelli, Simone Ridolfi

Patrizio Andreuccetti – eletto sindaco – 49,02% (2041)
MISSIONE DOMANI: Mauro Bianchi, Alessandro Profetti, Roberta Motroni, Gianluca Simonelli, Giovanni Cabriolu Puddu, Danny Paolinelli, Rosetta Viviani, Bellermindo Alberigi, Claudio Orsi, Armando Fancelli, Silvia Mori, Frida Morganti.

Riccardo Ungaretti 10,08 (420)
BORGO IN MOVIMENTO: Diletta Massagli, Francesca d’Olivo, Mario Ricciarelli, Giacomo Barsi, Pierangelo Amidei, Walter Brunini, Tommaso Della Lucia, Omar Rigione, Michele Mazzanti, Alessandro Guaspari

Le foto della festa di Andreuccetti

Fabbriche di Vergemoli
Michele Giannini – eletto sindaco – 336 -56,09%
INSIEME PER MICHELE GIANNINI SINDACO: Nicola Bertogli, Anna Bravi, Fabrizio Mariani, Emanuele Ghionzoli, Mario Rovai, Gabriele Giannecchini, Marcella Barsotti, Matteo Giannini, Germano Tamarri, Vittorio Giannecchini.

Nicola Boggi – 263 – 43,90
COSTRUIAMO IL FUTURO: Marcella Barsaglini, Romano Bertellotti , Gianni Bertoli Barsotti, Monica Chelotti, Ivan Corrieri , Costanza Maria Forli, Linda Lenzini, Giuliano Martiri, Marco Stanghellini, Luca Viviani

PESCAGLIA
Sandra Paoli 32.24% (708)
UNITI NEL ROSA: Sauro Consani 46, Maria Cristina Giannecchini 46, Alessandro Manfredi 52, Simone Marchi 39, Beatrice Moriconi 21, Alessandro Pellini 68, Aladino Pieretti 48, Federica Pucci 28, Chiara Rigali 19, Simona Rossi 29, Alfredo Rugani 49, Michela Valenti 41

Andrea Bonfanti – eletto sindaco – 67,75% (1488 voti)
PESCAGLIA CAMBIA VERSO: Elisabetta Consuelo Galgani 65, Elisa Baldassari 86, Elga Battaglini 30, Antonella Benvenuti 81, Valerio Bianchi 125, Ilario Bonaccorsi 54, Massimiliano Bernardini 126, Andrea Dettori 109, Beatrice Gambini 66, Federico Giusti 110, Sandro Ricciardi 102, Claudio Simi 75.

In neretto i consiglieri eletti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.