Acquistava macchinari e merce senza pagarli: arrestato

Acquistava merce e macchinari di vario genere e per diverse decine di migliaia di euro senza pagare i fornitori. E poi rivendeva il “bottino” così ottenuto incassandone il profitto a costi zero, guardandosi bene dal presentare le dichiarazioni dei redditi. E’ con queste accuse che Fabrizio Massoni, di Lucca, è stato accusato di truffa dalla guardia di finanza. Con un passato da taglialegna, restauratore di mobili vecchi, commerciante di abbigliamento e bigiotteria, recentemente l’uomo si era reso irreperibile, ma nonostante ciò le Fiamme Gialle della sezione di pgpresso la Procura della Repubblica di Lucca lo hanno individuato in un camping a Viareggio e catturato, in esecuzione dell’ordinanza applicativa della misura della custodia cautelare in carcere per il reato di bancarotta, ancor più grave di quello di truffa.

Massoni è accusato, infatti, in qualità di titolare della sua impresa individuale dichiarata fallita nel dicembre del 2012, di aver distratto i beni della ditta tra cui macchinari, attrezzatura e merce varia, ovvero di averne occultato il corrispettivo della loro vendita. Inoltre, secondo l’accusa, per trarne un ingiusto profitto, Massoni è ritenuto responsabile di sottrazione e distruzione di scritture contabili in modo, sostengono gli inquirenti, da ostacolare la ricostruzione del patrimonio e del movimento degli affari. Il sospetto degli investigatori delle fiamme gialle è che l’uomo, lanciatosi di recente nel settore edilizio, abbia continuato con le truffe anche dopo il fallimento della sua impresa individuale.
“Apprezzamento del Prefetto di Lucca – si legge in una nota dell’ufficio territoriale del governo – va agli uomini della Guardia di Finanza alla guida del colonnello Gabriele Failla, per il brillante esito dell’attività svolta che ha permesso di porre fine alle truffe perpetrate e di perseguire e reprimere i reati di natura economica,  costantemente all’attenzione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica soprattutto nell’attuale periodo di crisi economica”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.