Lucca, un milione e mezzo per fronteggiare il maltempo

Un territorio piegato dalle inondazioni, le colline ferite da smottamenti e frane che hanno aperto voragini nelle strade, cambiando il paesaggio di vigneti e uliveti. Da Torre a Cerreto, il nubifragio del 21 luglio scorso (Articolo e foto) ha aperto numerose ferite. E anche se sono i paesi di San Martino in Freddana e Monsagrati a dover fare i conti con il bilancio più pesante dei danni, anche Lucca è in ginocchio. Le prime stime fatte dal Comune parlano di almeno un milione e 600mila euro di danni soltanto per gli interventi più urgenti.

E si tratta delle frane, tra Torre e Forci, e delle opere necessarie a ripristinare la viabilità comunale, martoriata dalla bomba d’acqua della notte tra lunedì e martedì scorso. La conta dei danni, però, non è finita perché il fronte della collina a Torre andrà messo in sicurezza, mentre sono necessari anche interventi a Cappella.
Un disastro, insomma. Anche per le casse comunali se non interverrà con aiuti la Regione Toscana. Il governatore Rossi ha dichiarato lo stato di emergenza regionale, su richiesta del presidente della Provincia, Stefano Baccelli (Leggi). Ma le somme urgenze, intanto, saranno a carico dei Comuni. Per rendersi conto della situazione, martedì pomeriggio, il sindaco Alessandro Tambellini si è recato nei luoghi colpiti dal nubifragio, accompagnato dal presidente della commissione lavori pubblici, Francesco Battistini (Pd). Anche l’assessore alla protezione civile, Francesco Raspini, ha effettuato un sopralluogo alla maxi frana di Torre che per quasi 24 ore ha isolato una quaratina di famiglie. La situazione sta tornando lentamente alla normalità, ma ci sono decine di famiglie e attività economiche pesantemente danneggiate dalle inondazioni e dal fango. Una situazione molto grave, come proprio oggi sottolinea l’Ance di Lucca, l’associazione dei costruttori dell’edilizia, che chiede interventi per fermare questi “disastri annunciati” (Leggi).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.