Muore travolta da un treno, traffico ferroviario in tilt

Un’altra tragedia sui binari. Una pensionata di 73 anni, residente a Uzzano, è morta travolta da un treno alla stazione di Borgo a Buggiano in provincia di Pistoia oggi pomeriggio (30 agosto) poco dopo le 17. Ancora da chiarire le circostanze e soprattutto se si sia trattato o meno di un suicidio. La linea tra Montecatini Terme e Pescia è stata interrotta per i rilievi della polizia ferroviaria. Inevitabili i disagi anche per i convogli da e per Lucca. Secondo quanto riferito dalle Fs, il convoglio, in marcia da Firenze a Viareggio, non avrebbe dovuto fermarsi nella piccola stazione. Il macchinista al momento dell’urto ha tirato i freni bloccando il treno – che si è fermato fuori dalla stazione -, ma per la vittima non c’è stato nulla da fare. Oltre all’ipotesi dell’incidente ferroviario, le autorità valutano quella del suicidio.

Riguardo alla circolazione ferroviaria sulla linea Lucca-Pistoia, è rimasta parzialmente bloccata: i treni provenienti dalla tratta Firenze-Prato si sono sono fermati a Montecatini Terme, quelli da Lucca a Pescia. Per i passeggeri in viaggio le Fs hanno organizzato servizi locali di trasporto sostitutivi con bus e pullman. “Un vergognoso modo di affrontare gli imprevisti – scrivono i pendolari sul Facebook – di cui chiederemo conto sicuramente alla Regione. Non si può bloccare ogni spostamento su una linea per 3 ore in un momento di punta senza operare contromisure”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.