“L’acqua è contaminata”: falso idraulico svaligia una casa

C’erano tanti elementi per capire che quel giovane con un cattivo italiano, in maglietta e pantaloncini, non era un dipendente comunale. Eppure, la proprietaria di casa, una donna di 67 anni, vedova e che vive da sola, si è fidata quando il truffatore le ha chiesto di entrare per fare delle verifiche per l’acqua poteva essere stata contaminata dal mercurio. Una scusa ormai trita e finita, anche in Lucchesia, nel repertorio più abusato dai piccoli truffatori che prendono di mira gli anziani soli. La donna, però, ci ha creduto e ha fatto tutto quello che le chiedeva il falso idraulico. Il bilancio del furto è pesante: 12mila euro il bottino in oro, soldi e gioielli.
E’ accaduto ieri (31 agosto) in via di Tiglio a Pieve di Compito. Attorno alle 14 suona il campanello di casa. La 67enne va ad aprire e si trova davanti il giovane uomo che dice di essere stato mandato dal Comune per verificare l’inquinamento dell’acqua.

La donna si è allarmata quando ha sentito parlare di una possibile “contaminazione” da mercurio, così ha fatto entrare il truffatore, che si è messo all’opera. Fingendo di verificare lo stato dell’acqua, ha consigliato alla donna di mettere tutto l’oro e gli oggetti preziosi all’interno di buste di plastica e di chiuderli nel frigorifero, perché così si sarebbero salvati, ha detto, dalla contaminazione.
La proprietaria di casa ha eseguito senza protestare: è corsa in camera dove teneva tutti gli oggetti di valore, i ricordi di una vita, e li ha sistemati in contenitori di plastica all’interno del frigo. A quel punto, il truffatore, che era a metà dell’opera, ha chiesto alla donna di allontanarsi perché avrebbe dovuto fare dei test che sarebbero potuti essere rischiosi anche per lei. Quindi è uscita di casa ed ha atteso. Dentro, il malvivente era all’opera nel ripulire il frigorifero, pieno di preziosi. Completato il colpo, si è presentato in giardino dicendo che era tutto a posto. La donna lo ha perfino ringraziato, tirando un sospiro di sollievo. Poco dopo, però, ha avuto l’amara sorpresa. E’ andata ad aprire il frigorifero per riporre l’oro nei cassetti, ma non c’era più niente. Disperata ha chiamato i carabinieri che sono accorsi sul posto ma del truffatore non c’era più alcuna traccia. Ora le indagini mirano a rintracciare il ladro, fuggito con il bottino da 12mila euro.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.