Giurlani (Uncem Toscana) ai sindaci dei comuni montani: “Insieme per nuove politiche di sviluppo”

“In una fase così delicata di riforme istituzionali, si apre una nuova stagione che metterà al centro le politiche per la montagna e le esigenze dei piccoli comuni montani e rurali”. Così il presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani in rappresentanza dei Comuni ed enti montani si rivolge agli amministratori dei territori montani e rurali per affrontare, insieme, tutte le questioni tanto care alla montagna, quanto fondamentali per la tenuta del sistema economico, sociale e di garanzia di servizi ai cittadini. “Come Uncem – aggiunge Giurlani – saremo impegnati da subito con le altre istituzioni per portare avanti politiche di sviluppo per la montagna e perequazione territoriale. La Toscana, come del resto gran parte del Paese, da sempre soffre la mancanza di una politica specifica per la montagna, che sommata al taglio completo delle risorse in diversi settori (welfare, sanità, scuola, trasporto pubblico locale) e alla crisi economica che stiamo attraversando, rischia di vanificare gli sforzi compiuti e gli importanti risultati conseguiti nel corso degli anni”.

“Ecco dunque alcuni punti – conclude Giurlani – su cui Uncem dovrà lavorare da subito: partendo da politiche di compensazione e perequazione territoriale, dovremo potenziare l’innovazione, contrastare la difesa del suolo e favorire la sicurezza del territorio, continuare a mettere al centro l’agricoltura, il turismo montano, lo sviluppo delle energie rinnovabili e garantire il mantenimento e rafforzamento di quei servizi essenziali per le comunità, ovvero le scuola, i servizi sociali, sanitari e tutto ciò che riguarda il welfare con un’attenzione particolare ai giovani e agli anziani, oltre che puntare alle gestioni associate tra Comuni montani e promozione dei territori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.