Ruba la borsa del capotreno, tensione sulla Lucca Aulla

Momenti di tensione all’alba di stamani (2 dicembre) sul treno per Aulla. Una donna, di origini rumene, appena salita sul convoglio della linea Lucca Aulla ha rubato la borsa del capotreno, contenendo documenti di viaggio, e due martelli frangivetro collocati nel vagone, con i quali avrebbe minacciato il dipendente delle Ferrovie che l’ha sorpresa. Così, poco dopo le 5 del mattino, a Piazza al Serchio i carabinieri sono saliti sul regionale 6952, fermando la donna che è stata denunciata per furto. Tra l’altro i militari l’accusano di aver rotto il vetro di un’auto in sosta alla stazione e di aver rubato una coperta che si trovava sul sedile posteriore. Intanto i comitati dei pendolari accusano e chiedono più sicurezza, parlando dell’ennesima “aggressione” a bordo dei treni della Lucca Aulla. L’episodio, tra l’altro, ha provocato anche la cancellazione di due treni tra Piazza al Serchio e Aulla, e in particolare del 6952 e del 6955, quest’ultimo partito poi da Piazza al Serchio in direzione di Pisa regolamente.

“Noi pendolari – è il commento del comitato – siamo stanchi perché spesso subiamo disagi. Se poi si aggiungano atti vandalici nelle stazioni, writers che danneggiano treni e aggressioni al personale delle Ferrovie, le ripercussioni aumentano. Solo negli ultimi due mesi, sono aumentati sia gli atti vandalici sia le aggressioni. Chiediamo ai prefetti di Massa e di Lucca interventi urgenti per una maggiore sicurezza nelle stazioni e sui treni sia per chi ogni giorno ci lavora sia per chi ogni giorno ci viaggia. Inoltre come comitato pendolari esprimiamo la nostra vicinanza al capotreno del treno 6952”.
A chiamare i carabinieri è stato lo stesso capotreno. Dopo aver sorpreso la ladra, infatti, ha cercato di farsi restituire la borsa ma la donna ha preso in mano i due martelli appena trafugati e si è rifiutata di restituire il maltolto. Soltanto all’arrivo dei carabinieri la situazione è tornata alla normalità.

{youtube}xCYVJAkBv9s{/youtube}

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.