Consumi e costi dell’energia, Confindustria organizza un seminario a Prato

Costi dell’energia che non diminuiscono in misura proporzionale al petrolio, possibili agevolazioni, venti di guerra in aree cruciali per l’approvvigionamento di combustibili fossili: in un contesto così complesso, con molti chiaroscuri e altrettante incognite per il futuro, per le imprese ottimizzare i consumi energetici è ormai un obiettivo prioritario. E’ ormai un dato consolidato che risparmi fino a -20% sono possibili, talvolta anche con interventi non stravolgenti. Le imprese manifatturiere dell’area Lucca-Pistoia-Prato, in particolare cartiere, nobilitazioni tessili e meccaniche, sono frequentemente caratterizzate da consumi energetici elevati in rapporto ai loro costi. Ed è per questo che hanno organizzato per giovedì (19 febbraio) alle 15 a Prato al Palazzo dell’industria, in via Valentini 14, un seminario in cui esperti dell’Enea, di Ferrari Green Energy e di Confindustria Toscana illustreranno obblighi, opportunità ed agevolazioni. Di particolare interesse i casi aziendali che verranno illustrati e che daranno una indicazione concreta di cosa è già stato possibile fare nei settori tessile, cartario e meccanico. La partecipazione è gratuita previa iscrizione alla email efficientamento@confindustria.prato.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.