A Lucca, workshop sull’arte di indossare il kimono con la maestra Hitomi Matsumoto

Tutta la poesia dell’indossare un Kimono. Si tiene sabato (11 aprile) alle 17,30 nella sede della Fondazione Campus (via del Seminario Prima, 790, Monte San Quirico, Lucca) il workshop sulla vestizione del Kimono organizzato dalla Scuola di Lingue Campus e tenuto dalla Maestra Hitomi Matsumoto insieme alle sue allieve. Nell’incontro, gratuito e aperto a tutti, saranno protagonisti gli studenti del corso di Giapponese della Scuola, avviato da due mesi con la professoressa Irene Bonuccelli. In quell’occasione saranno presentati i nuovi corsi di lingua e cultura giapponese che partiranno il 30 aprile (la seconda edizione del corso introduttivo) e dal 22 aprile (la prima edizione del corso più avanzato o “elementare”). Il Kimono (letteralmente “cosa da indossare”, “abito”) è l’indumento tradizionale nazionale giapponese usato da ambo i sessi, anche se le donne nubili indossano un kimono con maniche estremamente lunghe che arrivano fin quasi a terra, chiamato furisode. La veste è avvolta attorno al corpo, sempre con il lembo sinistro sopra quello destro (tranne che ai funerali dove avviene il contrario), fissato da un’ampia cintura annodata sul retro chiamata obi.

Il kimono viene generalmente abbinato a delle calzature tradizionali giapponesi, specialmente ai sandali geta e zori e a dei calzini che dividono l’alluce dalle altre dita chiamati tabi.
Il codice dell’uso di questo abito prevede diversi stili di kimono per le varie occasioni, dalle più formali alle più familiari. Durante il seminario, la maestra spiegherà la storia del kimono fino ai nostri giorni, i tipi e il modo d’uso, il kimono da donna e da uomo, e darà dimostrazione di vari tipi di vestizione.
Per informazioni: http://www.fondazionecampus.it/
   

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.