Salt, vendute per 16 milioni le azioni del Comune

di Roberto Salotti
La firma dal notaio è stata apposta ieri sera (21 settembre) sull’atto di vendita delle quote Salt detenute dalla Lucca Holding Spa. L’acquirente è la società Sias Spa di Torino che possiede il 90,89% delle azioni della società autostrade ligure toscana e che fa capo alla famiglia Gavio, con cui le trattative sono andate avanti, ininterrote, dal giugno scorso quando la prima asta delle quote era andata deserta. La Holding incassa così qualcosa come 16 milioni e 641.900 euro, incamerando nel bilancio del prossimo anno 4 milioni e mezzo di plusvalenze. Gli altri 12 milioni serviranno in parte a garanzia dei mutui che ha in carico la municipalizzata (e che ammontano a circa 10 milioni di euro) e andranno a costituire liquidità necessaria nella delicata fase della scissione della partecipata Gesam. La partita è andata in porto come il Comune desiderava: le quote, infatti, sono state vendute a 4,51 euro ciascuna, lo stesso prezzo di vendita di quelle detenute dalla Provincia di Lucca. Una cifra inferiore a quella proposta nella prima asta (4,52), ma, sostiene la Holding, in linea con gli indirizzi del mercato. La maggioranza valuterà comunque come destinare gli importanti introiti: anche se la Holding ha bisogno di liquidità, si cercerà il modo di destinare almeno in parte le risorse ad altri servizi essenziali. 

Lucca Holding deteneva in Salt 3.690.000 azioni corrispondenti al 2,31% del capitale sociale. Le azioni non sono quotate in borsa ed a Lucca Holding era pervenuta, nello scorso marzo, una lettera impegnativa da parte della Sias Spa di Torino con la quale, si era manifestata a Lucca Holding una proposta di acquisto delle azioni della stessa detenuta in Salt Spa, al prezzo unitario di euro 4,51, valida fino al 31 dicembre prossimo. La Holding, in accordo con il Comune di Lucca, prima di accettare la proposta di acquisto delle azioni ha effettuato, si ricorda, una procedura di gara ad evidenza pubblica per verificare se sul mercato potessero essere presenti altri soggetti interessati all’acquisto delle azioni. La procedura di gara aveva scadenza 26 giugno e non ha avuto partecipanti. Non avendo ricevuto offerte per l’acquisto delle azioni Salt, Lucca Holding ha accettato la proposta di vendita delle azioni che gli era pervenuta, e ieri (lunedì 21 settembre) ha proceduto alla vendita dell’intero pacchetto azionario mediante girata delle azioni.
Il controvalore delle azioni vendute è pari a 16.641.900 euro, a fronte di un valore in carico al bilancio di Lucca Holding di bilancio di 12.156.813: quindi nel bilancio 2015 di Lucca Holding potrà essere iscritta una plusvalenza positiva di circa 4,5 milioni di euro. “La vendita delle azioni Salt, come quella già avvenuta di Sat Spa (Aeroporto Galileo Galilei di Pisa) – dichiara l’assessore alle società partecipate Giovanni Lemucchi – rappresenta un ulteriore tassello per l’attuazione del Piano Operativo di razionalizzazione delle società partecipate approvato dal consiglio comunale il 31 marzo”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.