Quantcast

StosulSerchio: “Assi necessari, stop tir sui viali”

“Non possiamo ancora avere indugi e ripetere gli stessi errori che commettemmo con la mancata realizzazione del progetto Salt 2, ora basta: gli assi viari vanno realizzati. E’ stato finanziato l’asse Nord Sud? Allora partiamo con quello e poi magari ci mobiliteremo perché si completi l’intero sistema”. E’ la posizione espressa dai membri del comitato Sto sul Serchio, sorto per la realizzazione del nuovo ponte a Monte San Quirico, che sul progetto specifico chiedono di fare chiarezza”. Nel frattempo la richiesta, forte, al Comune è quella di bloccare i tir sulla circonvallazione.

Il comitato è convinto che il progetto Anas degli assi viari sia migliorabile, in termini di costi e impatto ambientale ma le nuove tangenziali secondo il gruppo di cittadini non sono più rimandabili.  “La città di Lucca, come l’intera Piana, in questi ultimi 40 anni ha visto uno sviluppo urbanistico impressionante e disordinato – osserva il comitato -. Sono stati realizzati insediamenti industriali e abitativi senza che a questi si accompagnassero infrastrutture adeguate generando così quel caos che oggi Lucca e Capannori si trovano a subire. La posizione del sindaco Menesini non ci è sembrata rispettosa degli interessi della comunità affidatagli in qualità di Presidente della Provincia. Egli sembra infatti favorire alcuni cittadini a discapito di altri compresi i suoi: il riferimento è ovviamente ai residenti di Marlia e più nello specifico di viale Europa e San Colombano che senza l’asse Nord-Sud continueranno ad avere traffico notevole: il presidente della Provincia deve curare gli interessi di un intero territorio, non solo di una parte. Lucca sta attendendo da troppi anni la realizzazione di infrastrutture che portino benefici anche ai residenti delle aree limitrofe. Subiamo un ingente transito di mezzi pesanti che hanno necessità di attraversare il nostro territorio e provengono dai comuni confinanti. Pertanto chiediamo al sindaco di Lucca di emanare una ordinanza che vieti ai mezzi pesanti di transitare dalla città di Lucca secondo quanto aveva promesso alcuni anni fa a StosulSerchio”.
Poi c’è la questione del nuovo ponte. “Se gli assi viari sono indispensabili, non da meno lo è la realizzazione del nuovo Ponte sul Serchio di cui vorremmo sapere lo stato dell’arte. La domanda è ovviamente rivolta al consigliere regionale Stefano Baccelli che ha preso impegni con noi di StosulSerchio. Riteniamo indispensabile che l’opera del nuovo ponte si connetta con la realizzazione della nuova rete suburbana pensata per collegare il Brennero con la nuova viabilità del Carrefour/Media World fino a giungere alla rotonda di viale Castracani. Ovviamente queste opere daranno risultati se accompagnate dalla realizzazione del raddoppio della linea ferroviaria Viareggio – Firenze. La costruzione dell’intera rete viaria consentirà di realizzare le corsie preferenziali per i mezzi di soccorso e i mezzi pubblici, piste ciclopedonali e marciapiedi che garantiranno una maggiore sicurezza per tutti Borgo Giannotti è il classico esempio di come non deve essere un centro abitato: caotico, non accessibile: è un calvario per i diversamente abili e le mamme con carrozzine o passeggini ,costringe i pedoni a camminare in mezzo alla strada per mancanza di marciapiedi o/e per la sosta selvaggia di tanti . La mancanza di controlli dei vigili urbani o di controlli da parte della polizia ha fatto sorgere in molti sospetti ai quali noi ci rifiutiamo di credere. Siamo disponibili ad un confronto su questi temi con il Consigliere Baccelli, il sindaco Tambellini e al presidente della Provincia nonché sindaco di Capannori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.