Apre un altro Conad in centro: 10 assunzioni

Entro il mese di ottobre aprirà un nuovo punto vendita Conad in centro storico di dimensioni leggermente superiori rispetto a quello presente al mercato del Carmine: sarà ubicato nel fondo che ospitò l’ultimo supermarket (chiuso dagli anni ’70) in via Vittorio Emanuele, proprio davanti al cinema Moderno. Un’apertura che porterà all’assunzione di dieci addetti per il minimarket. A darne notizia è Ugo Baldi, amministratore delegato di Conad del Tirreno, affiancato da Valter Geri (presidente Conad del Tirreno), dal sindaco Alessandro Tambellini, dall’assessore Giovanni Lemucchi e da Andrea Strambi (Uisp Lucca), durante la presentazione di due giornate organizzate da Conad all’insegna del dialogo con la comunità, accompagnate da cibo, sport e musica: il 28 e 29 maggio prossimi, in piazza Napoleone, arriva, infatti, anche a Lucca Il grande viaggio Conad. Ma inevitabilmente l’attenzione è tutta puntata sulla prossima nuova apertura. 

“Siamo ancora alla fase delle autorizzazioni – spiega Baldi – ma entro ottobre avremo questo nuovo punto che, per noi, costituirà un grande biglietto da visita trovandosi nel cuore della città. Lì crediamo che saranno impiegate una decina di persone, o forse qualcosa di più. Sarà una sorta di negozio di vicinato, capace di coniugare tradizione e novità, prestando un servizio utilissimo per i residenti e per i moltissimi turisti che ogni giorno questa bellissima città ospita”. 
E, in effetti, i dati relativi alla Conad in piazza del Carmine vanno in questa direzione: gli accessi quotidiani di clienti sono tra i 650 e 700, circa 250 dei quali sono turisti. “E’ il sintomo – interviene Tambellini – che la città si sta rivitalizzando e che portando servizi relativi a beni primari nel centro storico, riportiamo anche le persone, siano esse residenti, commercianti o turisti. Il nostro obiettivo è proprio questo: stiamo parlando di moderni negozi di vicinato che risultano utilissimi per tutti coloro che, in questo modo, possono evitare di prendere mezzi di trasporto, facendo un favore anche all’ambiente”.
Un genere di attività che, a Lucca, hanno letteralmente proliferato partendo da zero: “E’ vero – commenta Lemucchi – fino a non molto tempo fa questi servizi dentro le mura erano pressoché inesistenti, mentre adesso si moltiplicano: si tratta di un fenomeno che ha già preso piede da tempo nelle grandi città, come Milano, rispetto al quale Lucca si sta volentieri adeguando”.
I negozi Conad già esistenti, nel tempo, saranno tutti oggetto di ristrutturazioni: “Per il momento – prosegue Baldi – ricordiamo che quello di via Einaudi è il più green della città, con emissioni di CO2 abbattute del 50 per cento rispetto ai competitors. Vogliamo inoltre essere continuare ad essere i migliori quanto ai prodotti a km zero: forse pubblicizziamo meno di altri, ma siamo stati i primi ad intraprendere questa strada”.
A Valter Geri, invece, il compito di illustrare la due giorni Conad in piazza Napoleone: “Avremo al musica di Beppe Vessicchio che ci accompagnerà – ricorda – e domenica la porteremo anche al Centro Anziani di Monte San Quirico, dove sappiamo di essere molto attesi. Ovunque andiamo cerchiamo di coinvolgere al massimo ogni tessuto del territorio e dobbiamo dire che la risposta della città è stata straordinaria. Del resto seguiamo una cultura precisa, bene racchiusa nel nostro motto, persone oltre le cose”. 
E’ quello che, ad esempio, è accaduto relazionandosi con Uisp: “Questo evento serve anche per riscoprire valori importanti della tradizione – spiega Strambi – e noi faremo la nostra parte proponendo una passeggiata che dalle mura porterà fino in piazza Napoleone”. Fondamentale sarà anche la partecipazione della protezione civile di Lucca, impegnata ad organizzare un grande pranzo nelle cucine di villa Bottini, per una mensa che domenica accoglierà 100 persone. Così il 28 maggio (dalle 19) ecco i saluti istituzionali e poi subito la musica, con i Solisti del sesto armonico guidati dal maestro Beppe Vessicchio. Alle 19,45 sarà la volta del dialogo tra Francesco Pugliese e Claudio Lippi e alle 21,15 ecco il concerto ’80-’90 sempre guidato da Vessicchio. In serata sono previste degustazioni gratuite di prodotti a marchio Conad.
La domenica si parte invece alle 10, con lo sport in piazza (esibizioni sportive a cura di Uisp Lucca) e alle 16 grande attesa per la scuola di cucina e la merenda in piazza per mamme e bambini. Alle 11 Conad sposterà una delegazione a Monte San Quirico, per portare musica al centro anziani. Alle 18,30 torna la musica di Vessicchio, mentre attesissimi sono gli appuntamenti delle 19 (dialogo con Emanuela Abbadessa, Melita Cavallo e Marino Sinibaldi sulla cultura nelle famiglie) e delle 19,45, quando andrà in scena Gnocchi al peperoncino, dialogo semiserio sullo sport con Gene Gnocchi, Giuseppe Galderisi, Maurizia Cacciatori e Ivan Zazzaroni. Chiude la giornata il concerto dei Buscaja, alle 20,45. Oggi, a Lucca ed in Provincia, Conad opera attraverso 26 punti vendita, gestiti da 23 soci imprenditori: occupano oltre 755 persone e nel 2015 hanno prodotto un fatturato superiore ai 200 milioni di euro.

Paolo Lazzari

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.