Studenti dei tecnici a ‘lavoro’ in aziende del territorio

Migliorare l’offerta formativa degli istituti tecnici e professionali rendendola più coerente con le effettive esigenze delle imprese: è uno degli obiettivi di Mof Start, percorso formativo che oltre a Formetica, il consorzio di formazione di Confindustria Toscana Nord, vede il coinvolgimento del Polo Scientifico tecnico professionale Fermi Giorgi, come capofila di una iniziativa svolta in collaborazione con l’Its di Pescia, l’Isi Garfagnana, l’Isi Galilei Artiglio di Viareggio, Per Corso, Sofidel spa, A. Celli Nonwovens spa, Sca Hygiene products spa e Lucart spa.

In particolare, il progetto prevede momenti di alternanza scuola –lavoro affinché gli allievi possano interagire con le imprese. I docenti degli istituti e le aziende saranno coinvolti nella progettazione congiunta di percorsi formativi che a partire dal prossimo settembre vedranno il coinvolgimento di circa 150 allievi.
Il progetto è rivolto agli studenti delle terze e quarte classi, complessivamente 8, appartenenti alle scuole partner dell’iniziativa. Nell’anno scolastico 2016-2017 ciascuna classe verrà coinvolta per 100 ore nell’attività di didattica laboratoriale congiunta vale a dire che il docente dell’Istituto durante le ore di lezione verrà affiancato da esperti-dipendenti delle aziende.
Tutti i soggetti che partecipano al progetto saranno impegnati in varie attività tra cui l’analisi dei fabbisogni formativi, la progettazione congiunta scuola-impresa e la didattica laboratoriale congiunta.
L’analisi dei fabbisogni formativi prevede al mappatura socio-economica del territorio e la rilevazione dei fabbisogni tramite la somministrazione di questionari alle aziende ed agli allievi diplomati.
Al termine dell’analisi dei fabbisogni è prevista la costituzione di diversi gruppi di lavoro, composti da rappresentanti degli Istituti, delle imprese e delle agenzie formative, per progettare percorsi didattici che verranno calendarizzati tramite la didattica laboratoriale (terza farse). La prima attività, analisi dei fabbisogni formativi, è iniziata nel mese di aprile scorso e tulle le attività previste dal progetto si concluderanno entro marzo 2018.
Inoltre, durante ed al termine del progetto sono previste sono previsti una serie di incontri con i consigli di classe, le famiglie, le imprese e la cittadinanza per portare a conoscenza dei risultati e delle buone prassi raggiunte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.