Degrado, segnalazioni online e giovani volontari per pulire foto

Il presidente dell’Unione Giovani Liberi Michele Sarti Magi e i suoi membri, lanciano un’altra significativa idea con l’obiettivo di mantenere il decoro nei luoghi simbolo della città e contrastare gli atteggiamenti degli incivili, dando una mano concreta.
E’ stato presentato questa mattina (28 giugno) nell’auditorium della biblioteca Agorà dallo stesso Sarti Magi e da Giovanni Lippi il progetto Lucca Pulita, la nuovissima proposta che interesserà non solo la pulizia delle zone più critiche della città ma anche la comunità stessa.

Il progetto consiste in tre idee principali.
Gruppi di lavoro. Il progetto prevede la realizzazione di gruppi di lavoro organizzati con cittadini volontari che andranno a ripulire le zone più critiche della città. Da circa una settimana è online il sito del progetto www.progettoluccapulita.webnode.it in cui si potrà inviare, oltre alle segnalazioni nell’apposito modulo, la richiesta di iscrizione per poter partecipare al progetto. Una volta che saranno state raccolte le segnalazioni gli iscritti saranno contattati tramite email e invitati a trascorrere una o più domeniche pomeriggio all’aperto a ripulire le zone interessate.
“Questo non è solo un progetto ecologico ma una vera e propria forma di volontariato”, spiega Giovanni Lippi. Al progetto darà un contributo speciale anche la Croce Rossa di Lucca che per l’occasione metterà a disposizione un mezzo per trasportare i rifiuti fino all’isola ecologica.
Bike Sharing e piste cicalbili. Lucca Pulita si vuole focalizzare anche sul problema smog e inquinamento. La proposta al Comune è quella di realizzare 17 postazioni di bike sharing sparse per la città, utilizzabili da tutti i cittadini per un costo di 10 euro l’anno.
“Questa proposta venne già fatta ai tempi dell’amministrazione Favilla ma poi fu stoppata per mancanza di fondi – spiega Sarti Magi – ma io alla leggenda che i soldi non ci sono non ci credo e forse non ci crederò mai, quindi la riproporremo per la seconda volta sperando che almeno adesso vada a buon fine. Inoltre – conclude – a Lucca non c’è nessuna pista ciclabile a norma e invece la bicicletta deve essere valorizzata”. Non solo una città più decorosa, quindi, ma anche un’aria più pulita.
Educazione alla differenziata. Sul sito del progetto Lucca Pulita si potranno trovare infine degli schemi e delle immagini che aiutano la popolazione a comprendere meglio dove e come buttare e riciclare i rifiuti. Un sito semplice ma efficace e colorato davvero alla portata di tutti, anche dei più piccoli.
Il progetto Lucca Pulita partirà già dal mese di luglio con i primi gruppi di lavoro ma, nel frattempo, ad andare avanti ci sono anche altri progetti. Bici Sicure, Democrazia 2.0 e Lucca Sicura sono le altre idee di Unione Giovani Liberi che entro la fine dell’estate saranno portate a termine.
Tutti progetti interessanti nati soprattutto dal degrado visto tra le strade della città o letto sugli ultimi fatti di cronaca.

Giulia Prete

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.