Cna Fita contro il “cartello” dei costruttori di tir

Più informazioni su

Le imprese del settore degli autotrasporti sono invitati ad una riunione per sabato (15 ottobre) alle 15 nella sede Cna di Lucca (via Romana 615/p – Arancio) per essere informate sull’azione collettiva a loro favore portata avanti dalla Cna Fita a livello nazionale. All’incontro parteciperanno Franco Coppelli, presidente regionale Cna-Fita e Ricardo Masini, coordinatore regionale Cna-Fita.
Cna Fita è stata tra le prime in Europa – e sinora l’unica in Italia – a promuovere un’azione collettiva a favore degli autotrasportatori contro il cartello delle case costruttrici di autocarri.

L’azione collettiva promossa dalla Cna Fita è aperta a tutti gli autotrasportatori che hanno acquistato, preso in leasing o noleggiato a lungo termine camion di medie (da sei a sedici tonnellate) o grandi dimensioni (oltre sedici tonnellate) delle marche Daf, Daimler/Mercedes-Benz, Iveco, Man/Volkswagen, Volvo/Renault e Scania, immatricolati tra il 1997 al 2011.
Gli associati di Cna Fita possono partecipare all’azione collettiva senza alcun costo anticipato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.