Giovani, proposti al Comune nuovi spazi di aggregazione

L’obiettivo che la Federazione Universitaria Cattolica Italiana si era prefissata è stato raggiunto: durante l’evento Ad alta voce tenutosi sabato scorso (15 ottobre9 al foro boario tanti giovani si sono confrontati, hanno discusso e proposto. Fra le proposte più rilevanti l’esigenza, secondo molti, di ampliare la fascia oraria delle biblioteche presenti a Lucca, di renderle usufruibili anche nei giorni festivi e in generale di creare nuovi spazi di aggregazione.

Inoltre è emersa un’idea per favorire l’integrazione dei migranti nella nostra città: utilizzare lo sport come strumento di unione. “Siamo convinti – spiegano dalla Fuci – che anche una partita di calcetto possa essere un mezzo fondamentale per creare legami, un linguaggio comune tra culture diverse per evidenziare che ciò che ci unisce è più di ciò che ci divide. La nostra proposta potrà sembrare banale e per alcuni ridicola, ma ciò in cui crediamo è che dal piccolo possa nascere qualcosa di grande”. Infine è stata segnalata l’urgenza di potenziare i servizi pubblici che collegano alle scuole e all’università: solo così l’autobus e il treno riusciranno a diventare mezzi privilegiati rispetto all’uso dell’auto, sostengono i giovani.
“In futuro noi giovani della Fuci – spiegano i presidenti dell’associazione – vogliamo lavorare per intrecciare legami sempre più forti con tutte le associazioni ed i gruppi presenti nel nostro territorio. La proposta che ci ha lanciato l’amministrazione comunale è quella di creare un organismo che riesca a rappresentare ogni realtà giovanile, contribuendo a creare unità nella diversità. Viviamo in un mondo sempre più veloce e plurale, crediamo che la costituzione di un’entità di questo genere possa aiutare ogni gruppo nell’interfacciarsi con la città, facilitando il confronto ed il dialogo fra i giovani. Questo è solo il primo passo, un seme piantato nel terreno. Da soli siamo poco, insieme siamo tanto: è un po’ lo slogan che vogliamo lanciare per riuscire a concretizzare questo progetto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.