Rossi: “Tambellini candidato? Bene così”

“A Lucca ci abbiamo lavorato insieme, e mi pare che ci sia un risultato soddisfacente per tutti. Si fa così”, a Carrara “vediamo, discuteremo, io mi impegnerò per ricucire come ho fatto e credo che i cittadini si aspettino questo, perché non sono contenti per niente delle diatribe interne ai partiti. Vogliono che i partiti discutano dei programmi, dei problemi e dei bisogni dei cittadini”. Lo ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, parlando con i giornalisti a margine della seduta del Consiglio regionale, in merito alla decisione di candidare senza ricorrere alle primarie il sindaco uscente di Lucca Alessandro Tambellini.

Rossi era favorevole a questa opzione, ed ha spiegato che “nel passaggio di un sindaco da un primo a un secondo mandato le primarie siano da evitare, almeno che non ci siano fatti evidenti per cui il sindaco non funziona. Nel caso di Lucca, come dicono anche recenti sondaggi abbiamo un sindaco apprezzato. E’ perciò giusto ricandidarlo, ed è anche giusto che un partito discuta e trovi gli equilibri interni”. Per il governatore “anche nei vecchi partiti, il momento della formazione delle liste non era una cosa molto semplice, si discuteva molto. Poi, dopo aver fatto la lista bisogna avere il voto dei cittadini, e allora bisogna andare a trovare i cittadini. Altrimenti, si fanno le liste e non si prendono i consiglieri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.