Quantcast

Santi Guerrieri: “Finalmente rimossa la discarica all’ex Casina Rossa” foto

“Dopo oltre un anno di proteste, dopo decine di comunicati alla stampa, dopo aver richiesto l’intervento anche delle tv locali, sono iniziate le pulizie del parcheggio dell’Ex Casina Rossa”.
Così Marco Santi Guerrieri, candidato sindaco di Lucca nella lista civica Noi per Lucca, si dichiara “soddisfatto di aver concluso vittoriosamente” la sua “battaglia contro una discarica sorta spontaneamente nell’Oltreserchio, a pochi metri dalle case e sotto gli occhi di tutti”.

Santi Guerrieri attacca comunque gli amministratori locali e quei “consiglieri comunali che pur vivendo nell’Oltreserchio niente hanno fatto per risolvere il problema seppur sollecitati dallo stesso ad interessarsi. Non hanno alzato un dito – dice Santi Guerrieri -, né un interrogazione in consiglio comunale né un sopralluogo o un comunicato ma oggi  li rivediamo nuovamente candidati per  l’ennesimo giro nelle imminenti amministrative lucchesi. Il parcheggio che è di proprietà privata è in uso anche alla protezione civile di Lucca, ma essendo da tempo abbandonato a se stesso era diventato una vera e propria discarica a cielo aperto. Questa mattina  ho fatto un ennesimo attento sopralluogo nell’area  che da alcuni giorni era stata parzialmente vietata agli estranei tramite una catena metallica . Purtroppo ho verificato che l’amianto piu’ volte da me segnalato in varie occasioni non era stato rimosso. Ottimo il lavoro svolto dai dipendenti di Sistema Ambiente, ma non essendo l’azienda preposta alla rimozione dell’amianto , mi sarei aspettato che il proprietario dell’area sollecitato dal putiferio scatenato sui media, si sarebbe occupato  anche di far provvedere alla rimozione dell’amianto presente nel parcheggio. Ho provveduto pertanto a chiamare la polizia municipale di Lucca, segnalando la questione e richiedendo un loro intervento ispettivo sul luogo per verificare e trarne le opportune  considerazioni  trattandosi  come ho detto di un area privata. Resta altresì irrisolto il caso dell’altra pattumiera dell’Oltreserchio, quella del fabbricato per altro fatiscente dell’ex discoteca  e dell’area immediatamente circostante. Fabbricato che ricordiamo è oggetto di una concessione demaniale in quanto a pochi metri dal fiume Serchio. Anche in questo caso ed in varie occasioni ho denunciato tramite la stampa non solo il luogo di degrado che lo stesso fabbricato comporta a chi si affaccia ad una delle più belle aree del comune di Lucca. Area di spaccio serale e dormitorio estivo per i senza dimora”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.