Festival del Nuovo Rinascimento, consegnati i premi foto

E’ stata inaugurata ieri pomeriggio (12 maggio) a Villa Bottini di Lucca la seconda edizione del Festival del Nuovo Rinascimento, che ha aperto ufficialmente le porte della grande esposizione artistica e degli importanti eventi organizzati per le prime tre giornate. Davide Foschi, ideatore della manifestazione e fondatore del Centro Leonardo da Vinci – ente organizzatore che quest’anno ha lavorato in collaborazione con le associazioni Verso un Nuovo Rinascimento e Il mondo dei bambini – ha ringraziato le isituzioni e tutti coloro che hanno contribuito a realizzare questo grande evento. Di notevole importanza l’incontro degli artisti con il mondo dell’educazione e dei bambini. Ospiti del talk show serale anche esponenti della gastronomia, della legalità e delle aziende.

Sono stati consegnati importanti premi, in primis alla città di Lucca, come città del Nuovo Rinascimento, alla famiglia di Antonio Possenti come maestro del nuovo Rinascimento, all’associazione Il mondo dei bambini di Lucca, all’Istituto alberghiero di Barga, all’Istituto musicale Boccherini nelle persone dei professori Fulvio Pietramala e Simone Soldati, stimatissimo ideatore e direttore di Lucca Classica, rassegna appena conclusa. Toccante momento anche quello della consegna del premio a Simona Alemanno, delegata ufficialmente alla famiglia di Bebe Vio a ritirare il premio del Nuovo Rinascimento consegnato da Davide Foschi, come ringraziamento per il grande esempio che l’atleta rappresenta.
Oggi (13 maggio) alle 17 si è tenuta l’inaugurazione della rassegna di artisti contemporanei in San Micheletto e la giornata è proseguita a Villa Bottini per i talk show a partire dalle 19.
Importante e atteso momento domani (14 maggio), con ritrovo in piazza Duomo alle 10,30, qando partirà la “marcia degli ombrelli bianchi”, ‘un cammino per la bellezza verso un nuovo Rinascimento’ lungo le vie della città di Lucca con arrivo in Villa Bottini. Un momento speciale e unico di condivisione, che è ormai diventato una tradizione nel suo suggestivo armonizzarsi con l’atmosfera cittadina che la ospita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.