Quantcast

Ex Lorenzini, pronto il progetto del parcheggio

Ottantaquattro stalli a pagamento, più tre riservati ai disabili. E’ questo il numero di posti auto previsto nel progetto che prevede di riportare il parcheggio all’interno dell’ex caserma Lorenzini, dopo la decisione della giunta Tambellini di rescindere l’appalto del Piuss. Il progetto curato dalla Metro e affidato all’ingegner Cristiano Remorini è stato consegnato ieri (16 maggio) agli uffici comunali e l’iter procedurale, seguito dall’assessore ai parcheggi Celestino Marchini, sarà affidato alla dirigente Antonella Giannini.

Dopo un primo e necessario vaglio, saranno predisposti gli atti per indire la gara e affidare i lavori che, a questo punto, potrebbero partire a luglio ed essere conclusioni nel giro di poche settimane.
Per ora è stato rinviato ad una eventuale seconda fase il progetto di realizzare all’interno dell’ex caserma un parcheggio sopraelevato (a due piani, compresi gli stalli a raso) come quello che si trova all’ex Manifattura, e che dovrà essere spostato una volta che l’area in questione sarà interessata dai lavori di riqualificazione.
“Questo progetto potrà essere realizzato in una seconda fase – spiega l’assessore Marchini -, perché oltretutto necessita di ulteriori risorse. Intanto, siamo riusciti a portare a compimento il progetto per riaprire l’area di parcheggio”.
Gli stalli, secondo quanto figura nel progetto, saranno realizzati soltanto nel primo cortile dell’ex caserma: l’altra area verrà riqualificata ma non ospiterà il parcheggio. Qui, erano già partiti i cantieri Piuss e ripristinare una zona di parcheggio sarebbe più complicato oltre che più oneroso.
“Gli stalli che ricaveremo – spiega Marchini – saranno a pagamento” e verranno assicurati anche alcuni spazi, all’esterno, per i residenti della zona, come del resto era già stato annunciato.
Sempre in tema di parcheggi, sono partiti proprio ieri i cantieri per la realizzazione della nuova area di sosta alla stazione di Ponte a Moriano, un progetto, come noto, finanziato con i fondi resi disponibili nell’ambito del progetto dei lavori pubblici partecipati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.