A Ponte a Moriano i classici del rock con il trio di Sergio Montaleni

Ponte a Moriano in musica con il trio di Sergio Montaleni: domenica (18 giugno) alle 21,30, dopo lo show alle 20 della Chicago Blues Band, in piazza Battisti andrà infatti in scena una rivisitazione dei grandi classici del rock (Beatles, Stones, Marley, Dire Straits, Lou Reed, Hendrix, Springsteen, Dylan e molti altri ancora), jazz e blues in chiave personalizzata, dove trova spazio ben equilibrato l’improvvisazione.

L’artista, a soli vent’anni entra nella storica band milanese Model T Boogie con la quale incide l’album Born to get Down ed effettua continui tour in Italia e Europa al fianco di numerosi artisti americani quali Deitra Farr, Lurrie Bell, Phil Guy, Young. Subito dopo si trasferisce per un lungo periodo negli Stati Uniti dove collabora con numerosi personaggi storici della musica quali Sugar Blue (ex armonicista dei Rolling Stones, Prince, Bob Dylan), Junior Wells, Melvin Taylor e Buddy Miles, il leggendario batterista di Jimi Hendrix. Tornato in italia, collabora con James Thompson (sassofonista di Zucchero e Paolo Conte), Andy J. Forrest (musicista e noto attore di cinema) e nel 1995 pubblica con la band Man-Sueto il cd Otello Happiness per la nota etichetta Irma Records che arriva al dodicesimo posto nelle charts inglesi di acid jazz. Nel frattempo viene ingaggiato per il tour europeo Get Fonky dalla band Mr. Thing, la più importante band funky-rap newyorkese. Dal ’98 continua un’intensa attività concertistica con la propria band (Sergio Montaleni Soul and Energy) ed effettua un tour con la cantante dei Bar Keys, Rosita Steel, e nel 2003 è fianco della leggendaria band Them di Van Morrison. Inoltre nel resto del decennio ha suonato la chitarra nel tour di Marco Masini, Umberto Tozzi, Sugar Blue girando per Inghilterra, Spagna, Svezia, Australia, Indonesia, Austria, Polonia, Germania e Tunisia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.