Ex scalo merci, concorso idee per architetti under 35

Ambito degradato e defunzionalizzato destinato ad azioni di riqualificazione e rigenerazione urbana: è così che il nuovo piano strutturale del Comune di Lucca definisce l’area dell’ex scalo merci ferroviario, prevedendo obiettivi specifici che il piano operativo dovrà soddisfare. Una cornice di programmazione urbanistica che ha già fatto valere il suo peso convincendo la giuria del bando aperto dal Mibact e dal Consiglio nazionale degli architetti a premiare la proposta di Lucca, risultata tra le dieci vincitrici su circa sessanta partecipanti su scala nazionale. E così per l’area dell’ex scalo merci, a partire da giovedì (20 luglio) si aprirà un concorso di idee (pubblicato sul sito www.concorsiawn.it) rivolto a gruppi di progettazione composti da giovani under 35.

La direzione generale del Mibact che si occupa di arte e architettura contemporanee e periferie urbane finanzierà con 10mila euro il concorso per Lucca mentre il Consiglio nazionale degli architetti metterà a disposizione la propria struttura organizzativa per lo svolgimento del concorso, tra cui la propria piattaforma online. “Per vincere questo bando era necessario dimostrare di avere, come amministrazione, obiettivi chiari, per l’area dell’ex scalo merci – commenta l’assessore all’urbanistica Serena Mammini – e quindi di esprimere quell’idea di città capace di far dialogare più settori. Si tratta di un’area nevralgica per l’interscambio modale, che dovrà divenire punto di incontro tra bus di linea, treni, auto e biciclette. Un luogo composito, dove poter ricevere informazioni sul territorio e dove poter fare esperienza di verde e relax; un luogo che superi, idealmente e realmente, la cesura rappresentata dalla ferrovia e valorizzi il percorso ‘dalle fonti alle fontane’, recuperando il rapporto visivo con l’acquedotto monumentale del Nottolini” (leggi anche: Sottopasso in asse con l’acquedotto del Nottolini). Saranno ora i gruppi di giovani professionisti a dover aguzzare l’ingegno e studiare soluzioni creative, realistiche e compatibili con le strategie degli strumenti di pianificazione comunali e armoniche con gli interventi già previsti per la zona della stazione – in particolare, la realizzazione del sottopasso pedonale che la collegherà con percorso protetto e accessibile alla città murata. “Quando scarseggiano le risorse – osserva ancora l’assessore Mammini – si tende ad essere molto selettivi: è quindi un ottimo risultato, per il Comune di Lucca, vedere riconosciuta una capacità di visione olistica della città. Non progettiamo a compartimenti stagni: quando la mobilità, il decoro, la trasformazione urbana, le politiche per il turismo danno il loro contributo per supportare un ragionamento ampio e concreto su Lucca, i risultati arrivano. È accaduto lo stesso per i Quartieri social, è questo il metodo che portiamo avanti con convinzione e – conlude la Mammini – ci auguriamo nuove opportunità per intercettare finanziamenti che diano respiro e fattibilità alle idee, che dovranno essere in armonia gli interventi già coperti per la trasformazione della zona sud che vedranno anche la realizzazione di un percorso ciclabile e pedonale lungo via Nottolini”. Tra i criteri presi in considerazione, la completezza e chiarezza della documentazione fornita, la qualità e coerenza degli obiettivi che si vogliono raggiungere con il concorso e l’azione su interventi inclusi nel programma triennale delle opere pubbliche. Il Comune si impegna peraltro ad affidare al gruppo under 35 che risulterà vincitore del concorso anche le successive fasi di progettazione, nel momento in cui si presenterà la possibilità economica di intervenire concretamente sull’area defunzionalizzata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.