Quantcast

Scuole, a Lucca servono 600 docenti di sostegno

La provincia di Lucca è terza in Toscana per numero di alunni disabili, di cui la maggior parte con problematiche gravi. Lo si evince dalla ricognizione dell’ufficio scolastico regionale che nell’assegnazione e potenziamento delle cattedre di sostegno previste a livello di ambito territoriale, offre un quadro complessivo a livello regionale. Quadro che mette al vertice il capoluogo di regione, quanto a numero di studenti disabili: per la precisione 3.456, di cui 1.319 con gravità certificata. A Lucca la cifra raggiunge le 1.527 unità, con 673 alunni gravi, nelle scuole dall’infanzia alle secondarie di secondo grado.

Cifre importanti con le quali Lucca si colloca al terzo gradino regionale, dopo Firenze e Pisa (che ha 1.654 alunni disabili iscritti al prossimo anno scolastico).
Il problema degli insegnanti di sostegno è cronico, ma sulla base delle richieste pervenute dai vari uffici scolastici provinciali, l’Ust regionale ha attivato, sulla base delle risorse disponibili, un potenziamento dell’organico ‘ordinario’ per il sostegno. Per Lucca si è stabilita la cifra di 596 posti necessari per coprire il rapporto alunni disabili-insegnanti.
Scendendo nel dettaglio, a livello provinciale, emerge che il fabbisogno maggiore di insegnanti di sostegno si riscontra alle superiori, dove ci sono 519 alunni con disabilità di cui 162 gravi, suddivisi in 16 istituti. L’organico di sostegno previsto è di 209.
Alla scuola dell’infanzia sono 136 i bambini con disabilità (108 sono gravi) e 82 gli insegnanti richiesti.
Salgono le cifre alla scuola primaria, con 483 alunni disabili (253 gravi) e 181 insegnanti richiesti. Alla scuola secondaria di primo grado servono invece 124 docenti, comprensivi dei nuovi posti resi disponibili: gli alunni disabili sono infatti 389, di cui 150 sono gravi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.