Arriva il grande freddo, Aidaa ai sindaci: “Aiutate i clochard con i cani”

L'associazione animalista: "Si donino anche delle cucce smontabili per permettere ai quattro zampe di ripararsi"

Arriva il grande freddo, con la neve. L’appello di Aidaa ai sindaci è “aiutare i 5mila clochard con i cani”.
Il grande freddo sta per arrivare, come annunciano le varie previsioni meteo, e si prevede anche la neve non solo nelle città del nord nel fine settimana, ma anche in Toscana sull’Appennino.

Questo sarà un duro inverno per i clochard, ed in particolare per gli oltre 5mila clochard con i cani di cui 800 donne che vivono per strada nelle città e nei paesi italiani.

“Con la presenza della pandemia Covid 19 i comuni sono chiamati ad uno sforzo notevole per la gestione sia dei posti letto che dovranno essere distanziati in spazi appositi, e questo mette a rischio la possibilità di avere posti dedicati ai clochard con i cani che molto spesso non vengono nemmeno accettati nei dormitori pubblici proprio per la inseparabile compagnia di Fido – spiega l’associazione animalista Aidaa.

Per questo motivo l’associazione italiana difesa animali ed ambiente lancia un appello al comuni ed alle autorità religiose perchè mettano a disposizione posti letto nei dormitori destinati ai clochard con i cani, ma che in via alternativa vengano lasciate aperte le chiese e i mezzanini delle metropolitane in quanto si prevede che nelle prossime notti la temperatura scenderà abbondantemente sotto lo zero.

“Facciamo appello ai sindaci – conclude Aidaa – affinchè donino anche dei sacchi a pelo per coloro che in queste fredde notti di coprifuoco causa covid sono costretti per mille motivi a dormire in strada, e per i clochard con i cani che sono conosciuti e stanziali si donino anche delle cucce smontabili per permettere ai quattro zampe di ripararsi a loro volta dal freddo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.