Menu
RSS

Veicoli per il trasporto merci, a Lucca cresce il mercato

A cavallo tra il 2013 ed il 2014 in Toscana il mercato dei veicoli per il trasporto merci ha dato segnali di ripresa, che lasciano ben sperare per una uscita dalla pesante crisi che ha colpito il settore. Da gennaio a maggio le immatricolazioni di questi veicoli sono tornate a crescere (+61,4% rispetto allo stesso periodo del 2013). La provincia toscana in cui questo aumento è stato maggiore è Firenze (+108,1%), seguita da Pistoia (+26,4%), Livorno (+9,3%), Arezzo (+9,1%), Grosseto (+8,7%), Prato (+8,3%), Pisa (+5,4%), Lucca (4,8%) e Massa Carrara (+4,1%). Unica provincia che presenta dati negativi è Siena (-2,6%). I dati relativi alla provincia di Firenze sono fortemente condizionati dal fatto che vi sono grandi acquirenti che hanno concentrato le immatricolazioni di veicoli commerciali proprio in questa provincia, perché l’IPT è particolarmente ridotta. In ogni caso, dai dati emerge che in Toscana l’aumento delle immatricolazioni è arrivato a compensare il numero di radiazioni. Infatti, secondo l’elaborazione del Centro Studi Continental Autocarro, il parco circolante di veicoli per il trasporto merci nei primi cinque mesi dell’anno ha registrato un aumento (+1,2%) rispetto al dato di fine 2013, attestandosi a quota 271.548 unità.

Leggi tutto...

Aperte le iscrizioni al corso per addetto agli impianti elettrici

Sono aperte le iscrizioni al corso di formazione gratuito A.Pi.Ce. per addetto alla preparazione, installazione, controllo e manutenzione degli impianti elettrici, organizzato dall’agenzia formativa Per-Corso e dall’agenzia formativa Formetica grazie ai finanziamenti del Fondo Sociale Europeo messi a disposizione attraverso la Provincia di Lucca. Il corso, che avrà la durata di due anni (2100 ore di cui 630 di stage), si rivolge a 15 allievi di età inferiore ai 18 anni che hanno adempiuto all’obbligo di istruzione e sono fuoriusciti dal sistema scolastico. Per i partecipanti che abbiano conseguito una certificazione parziale delle competenze di base ai sensi del decreto ministeriale 139/07 è prevista la realizzazione di un’attività di recupero delle competenze di base secondo quanto previsto dalla Drg 249/2013.

Leggi tutto...

Niente Irap per le start up, approvato il regolamento regionale

Irap più leggera nel 2014 per molte imprese toscane. La Regione aveva riordinato aliquote e sconti dell'imposta regionale sulle attività produttive con una legge collegata alla Finanziaria: una sorta di testo unico. Stamani la giunta ha approvato il regolamento che definisce nel dettaglio come godere delle riduzioni introdotte per la prima volta l'anno scorso per alcune imprese. A partire da quelle per le aziende innovative e nate quest'anno, che l'Irap nel 2014 proprio non la pagheranno. "Con questo regolamento - commenta l'assessore al bilancio, Vittorio Bugli - discipliniamo le agevolazioni fiscali per alcune categorie di imprese, che complessivamente stimiamo che pagheranno 3 milioni in meno di imposte per il 2014". "Alle startup e alle aziende innovative stiamo riservando importanti opportunità con vari provvedimenti: in questo caso abbiamo azzerato l'Irap per un anno – ricorda l'assessore -. L'abbiamo fatto perché queste imprese, spesso formate da giovani, sono fondamentali per la ripresa e lo sviluppo futuro della nostra regione".

Leggi tutto...

Distretti industriali, focus a Porcari sulle potenzialità della fibra ottica

Si terrà a Porcari, mercoledì (9 luglio) alle 16, nella sede della Fondazione Lazzareschi il primo dei tre incontri informativi programmati sul territorio sulle potenzialità e l’importanza della rete in fibra ottica installata dalla Provincia di Lucca e da Telecom Italia e dedicata alle imprese del distretto cartario. L’iniziativa è varata da Lucense, Provincia di Lucca, e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che hanno programmato altri incontri simili il 10 luglio (a Pietrasanta) e il 14 luglio al salone delle Feste del Comune di Borgo a Mozzano.

Leggi tutto...

Nuove regole previdenziali per i soci delle coop artigiane, scatta l'interrogazione Udc

“E’ una questione che può apparire secondaria; in realtà coinvolge numerose imprese artigiane con  conseguenze assai rilevanti”. Inizia così il Consigliere regionale dell’Udc, Giuseppe Del Carlo, che ha presentato in consiglio regionale una interrogazione sull’inquadramento previdenziale dei soci di cooperative artigiane i quali fino a pochi mesi fa potevano essere iscritti all’Inps e che, invece, d’ora in avanti, saranno equiparati ai lavoratori dipendenti.
“Ci troviamo di fronte – afferma Del Carlo – ad un parere espresso dall’Inps regionale che contrasta con la normativa nazionale e regionale nonché con le procedure finora seguite; sta di fatto che, a seguito di tale parere,  l’Inps di Lucca ha inviato alla Camera di Commercio un elenco di 190 soci di cooperative (per i quali è stata negata dall’Inps l’iscrizione alla gestione artigiana), affinchè si avvii il procedimento di accertamento  dei requisiti artigiani previsti dalla legge regionale 53/2008 arrivando, nel caso, alla cancellazione dell’annotazione dell’impresa artigiana nel registro delle imprese”.

Leggi tutto...

Fiom Cgil primo sindacato in 15 aziende: rinnovate le rappresentanze sindacali

La Fiom è il primo sindacato in 15 aziende della provincia. Lo dimostrano i dati sul rinnovo della rappresentanza sindacale nelle imprese. Oltre a quelle già rinnovate nel corso del 2013 e nei primi mesi dell'anno, a giugno sono state infatti rinnovate 15 Rsu, con percentuali altissime di partecipazione al voto. La platea dei lavoratori e delle lavoratrici, che avevano diritto al voto in queste 15 aziende, è risultata composta da 1.890 persone di cui 1.343 hanno votato eleggendo 51 delegati. “La Fiom - si spiega in una nota - si conferma primo sindacato con oltre il 70% dei consensi: 951 i voti ottenuti e 45 delegati eletti, mentre sono 6 quelli eletti in capo alle altre organizzazioni sindacali”.

Leggi tutto...

Anche Confartigianato Lucca contro la Rai: “Niente canone per gli esercizi che non utilizzano la tv per intrattenimento”

Canone speciale Rai, imprese in guerra. La Confartigianato di Lucca informa infatti “le imprese che, a seguito del comunicato stampa confederale e della lettera al Ministro per lo Sviluppo Economico, Federica Guidi, la Rai ha ritenuto opportuno emanare una nota stampa nella quale svolge alcune precisazioni che, tuttavia, non inficiano i presupposti delle nostre denunce. In particolare la Rai precisa che le lettere inviate alle imprese non hanno carattere perentorio, ma sono state inviate per ricordare l’obbligo di corrispondere il canone speciale nelle circostanze già chiarite nella nota del dipartimento per le comunicazioni del 2012 e oggetto di tassative norme tributarie”. “Queste comunicazioni, pertanto - sottolinea ancora Confartigianato Lucca -, devono essere interpretate come un servizio  fornito alle imprese, per ricordare loro che il pagamento è dovuto nei casi stabiliti dalla legge. Tuttavia, Confartigianato ha ritenuto opportuno effettuare un'interrogazione parlamentare con proposta di emendamento con la quale si è ribadita la necessità di escludere dal pagamento del canone speciale coloro che detengono apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle trasmissioni televisive in esercizi pubblici, o comunque fuori dell'ambito familiare, se li utilizzano per scopi connessi alle attività lavorative, di impresa o professionali e comunque diversi dall'intrattenimento”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter