Menu
RSS

Cartiere, Uilcom: "Episodio occorso all'azienda Carrara non è isolato"

uil manifestazioneDopo il caso dei controlli ai dipendenti stigmatizzato dai sindacati alle cartiere Carrara (Leggi l'articolo), interviene il coordinamento Uilcom Toscana Nord nel settore carta.
"Nel settore della carta a Lucca - si legge in una nota - verifichiamo una situazione paradossale. Da un lato si ostentano dei risultati eccezionali con aumenti di fatturato e la presenza di aziende leader nel settore, che però ai tavoli sindacali piangono miseri,  lamentando l’aumento della cellulosa. Dall’altro poi si aumenta la tecnologia, ma lo si fa per ridurre l’occupazione, e ad oggi lo si fa senza mettere in campo iniziative per ridurre l’orario di lavoro a parità di salario, perche il miglioramento che la tecnologia apporta si deve distribuire su tutto il settore: imprese ed operai".

"Inoltre anche se si aumentano i fatturati - dicono ancora dal sindacato - registriamo una occupazione stazionaria ed una qualità della vita degli operai e delle relazioni sindacali che peggiora. L’episodio della cartiera Carrara si inserisce in una azienda dove sono presenti anche altri problemi mal gestiti anche dai sindacati,  ma non è isolata. Da un nostro primo giro di assemblee abbiamo trovato un mondo di imprese dove il rispetto per il ruolo degli operai è variabile, e dove il tentativo di fare utili riducendo il costo del lavoro e della qualità della vita anche nel luogo di lavoro è diffusa. Oltre le relazioni sindacali complesse ed i tagli più o meno mascherati di personale, ci sono più spesso di quanto si pensi situazioni dove la dignità degli operai è messa in discussione, bagni in condizioni non immaginabili, sale ristoro discutibili, si soffre in molte fabbriche un freddo inaccettabile in questi giorni ed un caldo spropositato in estate, ritmi di lavoro e produttività pretese, e spesso troviamo gli operai che mangiano alle macchine nella polvere e non fanno la pausa prevista dalla legge sopra le sei ore, ci sono anche straordinari senza il rispetto dei riposi minimi, e politiche di inquadramento incomprensibili. Gli stipendi - sopratutto per chi non fa il ciclo continuo sono anche modesti".
"Insomma - concludono dalla Uilcom - se il settore della carta vuole diventare davvero un distretto di qualità il problema della dignità e del trattamento delle maestranze deve tornare centrale, il sindacato deve recuperare un ruolo da protagonista e la politica locale deve rivalutare il ruolo degli operai e non parlare solo con le imprese".
La nota porta la firma di Massimiliano Bindocci, Paolo Venturi, Rocco Santoro, Luca Del Greco, Eugenio Santelli, Massimiliano Toschi, Andrea Dati, David Tuccori, Massimiliano Bertolaccini, Stefano Lari, Paolo Del Carlo, Mario Gialdini e Maximiliano Pazzagli.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter