Menu
RSS

Export, volano i distretti calzaturiero e cartario

Nel secondo trimestre del 2014 le esportazioni dei distretti tradizionali toscani sono tornate a superare i 3,1 miliardi di euro, con un incremento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2013. Lo rivela il Monitor di Banca Cr Firenze, secondo cui il ritmo è inferiore rispetto a quello del primo trimestre solo per il rallentamento delle esportazioni di gioielli verso gli Emirati Arabi: nel complesso, il distretto aretino perde il 12,3%. Le tensioni geo-politiche con Russia e Ucraina, secondo i ricercatori del servizio studi di Intesa Sanpaolo, non hanno
inciso in modo particolare sull'export distrettuale toscano, perché il peso di questi due paesi è inferiore rispetto a quanto si riscontra in altre realtà distrettuali e nel complesso dell'export italiano.
Sempre brillante il sistema moda: la pelletteria e calzature di Firenze cresce dell'11,9%, il tessile-abbigliamento di Prato del 10,2%, il distretto aretino della pelletteria e calzatur  segna un +32,5%, il tessile aretino arriva al +22,4%. Bene anche le calzature di Lucca (+9,1%) e di Lamporecchio (+17,2%) in difficoltà negli anni passati. Crescono il marmo di Carrara (+5,4%) grazie a Cina, Emirati Arabi e Regno Unito, e il cartario di Capannori (+6,1%).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter