Menu
RSS

Lavori Gaia a Valdicastello: entro Natale acqua potabile

rsz valdicastello mappa coloriContinuano con buona velocità i lavori sull'acquedotto di Valdicastello da parte del Gestore Gaia Spa, impegnato nella ricostruzione dell'intera rete idrica della frazione, con la posa di 5.500 metri di nuove condotte in polietilene per un investimento superiore al milione di euro, al fine di escludere con la massima certezza la presenza di tallio nelle acque erogate. I lavori hanno avuto inizio i primi di ottobre e vedono impiegati più di 20 tecnici e operai della società, più altri operai di ditte in appalto. Il gestore richiederà la ripetizione delle analisi da parte di Asl per zone, al fine di minimizzare i disagi delle oltre 500 utenze coinvolte dai lavori. Le fasi degli lavori sono indicate in una mappa (vedi foto), una sorta di puzzle colorato in cui le tessere coincidono con le varie aree da ricondurre alla normalità. Ogni tessera riporta una data, in cui Gaia stima di poter concludere i lavori. L'ultima tessera che completerà il puzzle riporta la data del 17 dicembre. Sulla base dell'ultima procedura stabilita, una volta che Asl avrà confermato le analisi sulla rete di Gaia e stabilito la potabilità delle acque, avranno inizio i controlli delle singole utenze. Gaia farà eseguire un campionamento dal rubinetto della cucina per ogni utente di Valdicastello. Successivamente le analisi sulle singole utenze saranno ripetute a campione dall'Asl. Soltanto dopo questa ulteriore serie di controlli, e in presenza di risultati favorevoli, si potrà richiedere la revoca dell'ordinanza di non potabilità.

Leggi tutto...

Tallio, arriva la cabina di regia della Regione

Un summit, per l'emergenza tallio a Pietrasanta si è svolto a Firenze alla sede della presidenza del consiglio come è stato richiesto dal presidente Enrico Rossi. Proprio il presidente infatti ha deciso di costruire una cabina di regia che in tempi rapidi sia in grado di proporre un piano per gli interventi più immediati e una strategia per quelli a più lunga scadenza. Alla riunione hanno partecipato il sindaco di Pietrasanta, Domenico Lombardi, i rappresentanti di Arpat, Agenzia regionale di sanità, Asl 12, Gaia, Autorità idrica toscana, Cnr, università di Pisa, oltre agli esponenti dei comitati dei cittadini. L'organismo, che sarà composto da tutti i soggetti presenti alla riunione, comitati compresi e sarà presieduto dal sindaco, terrà domani la sua prima riunione e dovrebbe presentarsi al consiglio comunale di mercoledì sera con una prima ipotesi di lavoro. "Vogliamo trovare – ha detto il presidente Rossi – un meccanismo che ci consenta di alzare il livello di sicurezza della popolazione e che possa rappresentare un modello di riferimento per questa e per altre possibili situazioni di crisi. Per raggiungere questo obiettivo la Regione è disposta a fare la propria parte e a finanziare i progetti che servano a questo scopo. E' il momento di stilare un vademecum sul da farsi che contempli oltre agli interventi concreti, anche gli studi sulla salute della popolazione. E da questo punto di vista non pongo nessun limite: che si faccia tutto ciò che serve".
La cabina di regia sarà quindi un organismo tecnico scientifico a carattere operativo in grado, entro un settimana di elaborare un piano di lavoro che tenga conto delle numerose variabili in campo. Ci sono quelle pratiche come la sostituzione della rete idrica rispetto alla quale Gaia ha annunciato di aver suddiviso gli interventi in lotti funzionali e che conta di terminare i lavori dell'ultimo il prossimo 17 dicembre, condizioni meteo permettendo. Poi ci sono gli aspetti ambientali, primo tra tutti la rimozione delle cause dell'inquinamento, individuate nel sito minerario di proprietà comunale, che dovrà essere bonificato.
L'aspetto sanitario riguarda non soltanto la riduzione entro limiti accettabili della presenza del tallio, ma anche lo studio dell'impatto che questo ha avuto sulla popolazione. L'Agenzia regionale di sanità ha annunciato che effettuerà un'indagine epidemiologica in collaborazione con i cittadini, i medici di famiglia e i pediatri per ricostruire ciò che è accaduto in questi anni e indagare sulle possibili conseguenze della contaminazione da tallio. Da questo punto di vista saranno utili le analisi dei capelli e delle urine che già si sono cominciati a raccogliere tra i cittadini della zona.
Da parte sua la Asl 12 ha annunciato di aver ricevuto il parere dell'Istituto superiore di sanità circa la possibilità di utilizzare l'acqua per usi igienici. La soglia limite in questo caso è di 40 microgrammi litro e quindi via libera a docce e bagni. Al termine della riunione il presidente Rossi ha ribadito l'intenzione di incontrare nuovamente i cittadini della zona per fornire loro gli aggiornamenti che la cabina di regia elaborerà. Nel corso del Consiglio comunale di mercoledì sera la Regione sarà rappresentata dall'assessore all'ambiente Anna Rita Bramerini, presente alla riunione di oggi pomeriggio a fianco del presidente Rossi.

Leggi tutto...

Santini (FI): "Tallio a Pietrasanta, la Regione faccia chiarezza"

La Regione deve ricostruire i dettagli della vicenda dell'inquinamento da tallio delle acque utilizzate per scopi idropotabili della sorgente dei Mulini di Sant'Anna a Pietrasanta. La regione dee anche e chiarire quanto prima come intende operare per partecipare alla risoluzione del problema e inoltre colmare la lacuna della legislazione regionale per contrastare di questi fenomeni di inquinamento. E' questa in sintesi la posizione espressa dal capogruppo in consiglio regionale di Forza Italia Giovanni Santini con una comunicazione urgente in merito alla presenza di tallio nella rete idrica di Pietrasanta.
Santini prende le mosse dagli ultimi fatti, ovvero dall'incontro che il presidente della regione Enrico Rossi ha avuto in modo casuale - secondo l'esponente del centrodestra - con i cittadini di Pietrasanta che hanno chiesto al presidente delucidazioni sulla vicenda e sui rimedi.
"lo scorso 15 novembre – dice Santini - il presidente della Regione a Pietrasanta per motivi non legati a questi accadimenti, si è trovato, suo malgrado, a confrontarsi con gli abitanti del territorio comprensibilmente esasperati da quanto stanno vivendo. Dal confronto imprevisto, che ha avuto toni particolarmente effervescenti, è emersa da un lato la comprensibile impreparazione del presidente e dall'altro la promessa di risposte esaustive entro quattro o cinque giorni ai cittadini".
"Il sindaco di Pietrasanta – continua Santini - in conseguenza delle analisi effettuate sulla risorsa idrica, ha emanato un'ordinanza di divieto di utilizzo dell'acqua per scopi potabili e alimentari ed ha organizzato con Gaia (la società che gestisce i servizi legati all'acqua potabile ndr) il rifornimento idrico di acqua potabile tramite cisterne".
.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter