Quantcast

Badia Pozzeveri, si ristrutturano i marciapiedi con i risparmi per i lavori alla via Francigena

Ha riservato una sorpresa positiva la conclusione dei lavori di messa in sicurezza della via Francigena a Badia Pozzeveri. Infatti, dopo il termine delle varie operazioni, sono state “risparmiate” delle risorse che verranno utilizzate per realizzare altre opere complementari su alcuni tratti esistenti di marciapiede in via Catalani, per la precisione  tra il parcheggio di fronte alla Chiesa parrocchiale e gli incroci con via dei Boggi e via dell’Agliaio. La valutazione è stata effettuata dall’ufficio tecnico comunale dopo l’esecuzione dei tre lotti di marciapiedi che hanno dotato il tratto che va dall’Abbazia alla frazione di percorsi pedonali adatti all’attraversamento dei pellegrini, oltre che ad  un utilizzo sicuro da parte degli stessi abitanti di Badia Pozzeveri.  

I 50mila euro che sono rimasti dei 331mila previsti per l’intero intervento saranno quindi utilizzati per opere comunque complementari alla via Francigena e al suo progetto di messa in sicurezza,   arricchendo ancora di più la dotazione infrastrutturale di Badia Pozzeveri in relazione a questo importante cammino turistico-spirituale che attrae ogni anno migliaia di persone da tutta Europa.
La giunta municipale presieduta dal sindaco Maurizio Marchetti  ha dunque approvato il progetto definitivo-esecutivo predisposto dall’ufficio tecnico comunale e presentato dal vicesindaco Francesco Fagni, che di fatto prevede nel tratto descritto l’abbattimento delle barriere architettoniche e una radicale  ristrutturazione dei marciapiedi esistenti. In particolare, mantenendo la struttura esterna attuale, verranno sostituite le parti che hanno subito nel corso degli anni degli avvallamenti, saranno tolti alcuni arbusti che condizionavano la fruizione degli stessi marciapiedi in questo tratto piuttosto lungo di strada, per giungere a una ristrutturazione che renderà questo tratto omogeneo con i nuovi marciapiedi realizzati.
Come si ricorderà, l’accordo di programma della via Francigena era stato firmato nel giugno 2012 a Pontremoli dall’assessore alla cultura e vicepresidente dell’associazione europea delle vie Francigene Nicola Fantozzi, che prevedeva uno stanziamento di 385mila euro a favore del comune di Altopascio per le opere che ricadono sul proprio territorio.
L’accordo di programma è stato promosso dalla Regione Toscana e a firmarlo è stato lo stesso governatore Rossi. Insieme al presidente della regione tutti gli altri enti coinvolti in questo progetto che valorizza ulteriormente il percorso della Via Francigena, migliorando  i servizi per i pellegrini e la loro sicurezza.
Al fine di rendere l’intero percorso pedonale usufruibile e percorribile dai pellegrini sia a piedi che con animali a seguito, in condizioni di sicurezza adeguate, la progettazione ha previsto sulle arterie stradali più trafficate, ove attualmente le banchine sono strette, la realizzazione di nuovi camminamenti ; lungo i tratti dove attualmente sono presenti questi percorsi, viene eseguita una manutenzione attraverso la sostituzione della pavimentazione e l’abbattimento delle barriere architettoniche. In pochi casi,  dove sulle arterie stradali non vi è la possibilità di mettere in sicurezza il pedone con nuovi camminamenti, si provvede all’esecuzione di una segnaletica orizzontale di sicurezza, effettuata sul manto stradale, in modo da identificare lo spazio per il transito dei pellegrini anche a fini turistici, tanto da renderlo visibile anche a chi percorre in automobile le strade.
Il costo complessivo dell’intervento è 500mila euro e il contributo regionale è risultato pari a 385mila euro. Il restante è stato reperito dall’amministrazione comunale altopascese.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.