Angelini (Pd): “Assi, coerente posizione di Capannori”

La posizione del Comune di Capannori sugli assi viari è coerente e lo dimostra il verbale della conferenza dei servizi sugli assi viari che si è svolta a Roma il 5 settembre del 2013. Lo sostiene Guido Angelini, consigliere comunale del Pd a Capannori e presidente della commissione urbanistica. In particolare Angelini fa notare che proprio in base a quel verbale “il progetto confermato nel piano degli investimenti 2007/2011 non è finanziato , tant’è che è inserito alla voce ulteriori interventi nell’ambito della legge obbiettivo- mentre fino ad oggi diversi autorevoli esponenti politici hanno detto il contrario”.

“Il Comune di Capannori – prosegue Angelini – ha confermato le sua posizione contraria alla realizzazione degli assi viari partendo dal piano stralcio Nord-Sud, dichiara, tramite il proprio tecnico presente alla riunione,che in diversi punti il tracciato non è conforme al regolamento urbanistico, che il nuovo regolamento urbanistico in adozione non prevede le prescrizioni relative all’infrastruttura, che l’area di competenza del Comune di Capannori è soggetta alle norme di salvaguardia. Non ha, per intenderci,  una finalità vincolata a corridoio infrastrutturale”.
Nel verbale si sostiene anche che “la realizzazione dell’asse ovest est va rinviata perché – sottolinea Angelini – è quella che ha problematiche maggiori per la difficoltà rappresentata dall’attraversamento dell’acquedotto del Nottolini, per la necessità di espropriare capannoni industriali di notevoli dimensioni e con delle attività produttive, perché è in affiancamento dell’autostrada, perché c’è da costruire il viadotto Ozzoretto di ben 525 metri, perché ci sono notevoli problemi idraulici. Infine perché  è costosa. Ecco che qualcuno in conferenza dei servizi trova la soluzione: rinviamo questo pezzo di strada. Come dire: facciamo il fattibile poi si vedrà”.
“Agli atti della conferenza – aggiunge Angelini – viene lasciata una lettera dell’allora sindaco Giorgio Del Ghingaro il cui contenuto è inequivocabile. In particolare si richiede che, così come convenuto nel protocollo d’intesa 2011, l’esecuzione degli assi viari sia attivata iniziando rigorosamente dalla realizzazione dell’asse ovest est ed est-ovest. Questi sono i fatti: quindi, si può condividere o no ma non è vero che il Comune di Capannori non ha avuto una posizione chiara. Personalmente condivido la posizione del sindaco Luca Menesini che non solo è coerente ma chiedendo il rispetto dei patti sottoscritti rivendica un comportamento istituzionale corretto, semmai è chi vuole fare forzature che ha torto”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.