“Io sto con le forze dell’ordine”, raccolti 7mila euro in solidarietà del carabiniere condannato

Ha ottenuto un grande successo di mobilitazione, tantissime adesioni e la considerevole somma di 7mila euro il conto corrente promosso dal consigliere provinciale e sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti, dove è possibile versare un contributo a favore del carabiniere condannato (pena sospesa, ma ha annunciato il ricorso) a sei mesi di reclusione, al pagamento delle spese, pari a circa 12mila euro, per avere causato lesioni a un ladro durante l’arresto, avvenuto in una cartiera della Piana nei mesi scorsi.
Il conto corrente per i versamenti a favore del carabiniere è stato aperto alla Cassa di Risparmio di Lucca, Pisa e Livorno, Gruppo Banco Popolare, agenzia di Altopascio.
Il risultato di questa raccolta, che viene comunque mantenuta aperta (questo l’Iban: IT12J0503470081000000001702) verrà consegnato la prossima settimana al carabiniere da parte dello stesso Marchetti, che ha contestualmente pubblicato on line tutto il resoconto dei movimenti bancari, che sono di sola entrata, di quanto avvenuto sul suddetto conto corrente.

Analizzando i vari versamenti si può notare che si tratta di donazioni che generalmente vanno da 5 a 20 euro, per un il numero elevato di sottoscrittori che hanno concorso a raggiungere questa significativa cifra, e che sono distribuiti un po’ in tutta Italia.
“Abbiamo raggiunto un cifra importante, una partecipazione anche ideale molto consistente – sottolinea Marchetti – che mai si è rivolta contro qualcuno, ma ha voluto testimoniare la nostra vicinanza nei confronti di chi comunque stava facendo il proprio dovere, a fronte di una persona che stava rubando e comunque commettendo un reato Noi siamo dalla parte delle forze dell’ordine, oltre che per il totale rispetto della legalità”.
Marchetti ha aperto anche una pagina Facebook Io sto con le forze dell’ordine che ha raccolto 4585 mi piace e ha catalizzato l’attenzione di tutti quelli che hanno stigmatizzato la condanna del carabiniere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.