Altopascio, anche Fagni sta con Boris

Anche il vicesindaco di Altopascio, Francesco Fagni, interviene sulla vicenda dell'”uomo delle bolle”, l’artista di strada di Viareggio insultato e minacciato dai commessi di un negozio della passeggiata. “Mi ha molto colpito – dice Fagni – la vicenda di Viareggio che ha visto un artista di strada, Boris Egorov, oggetto di un atto certamente sgradevole da parte di un commerciante della passeggiata. Ho molto apprezzato l’atteggiamento del sindaco Giorgio Del Ghingaro che ha convocato in comune i due e li ha fatti riappacificare. Un gesto distensivo denso di significati che rappresenta il modo in cui, secondo me, dovrebbe agire una amministrazione comunale: distinguere la gravità delle situazioni e adoperarsi perchè ritorni la serenità fra chi, magari in un momento di rabbia, ha sbagliato”.

“Un uomo che fa felici i bambini con le bolle di sapone – dice Fagni – non potrà mai rappresentare una minaccia per nessuno e tutti noi dobbiamo impegnarci perchè questa magia continui. Sta a chi amministra capire dove è necessario un intervento deciso e duro e quando invece bisogna aiutare chi riesce, come Boris, a fare sognare e divertire qualcuno, sopratutto se si tratta dei più piccoli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.