Quantcast

Migranti e stranieri, Pd Montecarlo attacca: “Il Comune usa due misure”

Migranti e stranieri a Montecarlo, il Pd accusa l’amministrazione guidata dal sindaco Vittorio Fantozzi di affrontare il tema “con due facce”. Nel mirino, in particolare, finisce l’assegnazione di case popolari ad alcuni stranieri, un fatto che secondo il Pd sarebbe una contraddizione rispetto al fermo no all’accoglienza dei migranti. “Nei dati sull’immigrazione relativi al Comune di Montecarlo si capisce tutta l’ambiguità dell’amministrazione Fantozzi – attacca l’opposizione montecarlese -. Nel Comune di Montecarlo risiedono circa 450 immigrati,di varie nazionalità,- continua il Pd Montecarlo – i più sono residenti nelle frazioni di San Salvatore, Gossi e Turchetto. Facciamo presente la discrasia dell’amministrazione Fantozzi, che inveisce contro i profughi accolti da un altro Comune (con spese a carico della Comunità Europea) e si emoziona consegnando ben due terzi delle nuove case popolari, sulle quali paghiamo ancora un mutuo, ad extracomunitari. Niente da eccepire se si sono tenuti conto dei requisiti necessari per l’assegnazione, che chiede la documentazione del paese di provenienza per i richiedenti di non possedere proprietà immobiliari”.

“Inoltre – aggiunge il Pd – per più di un anno il Comune di Montecarlo paga per tre famiglie di immigrati un residence alla rotonda ad Altopascio a 850 euro a famiglia. Ora due famiglie sono state sistemate in alcune case popolari del Comune di Montecarlo. La terza, invece, soggiorna ancora al Residence. Chi sono queste famiglie? Dove lavorano? Perché si è pagato oltre la soglia del regolamento comunale che fissa in sei mesi l’aiuto per famiglie disagiate? Occorre vigilare. E ancora, perché un residence ad Altopascio, e non Montecarlo? Quanto è costata l’operazione pagata con le tasse dei montecarlesi? Chiediamo alla sindaca di Altopascio una verifica sugli immigrati fatti soggiornare dal Comune di Montecarlo e se l’allora amministrazione Marchetti ne fosse a conoscenza. Siamo certi che il Comitato di Gossi, con a capo Fratelli d’Italia, Lega Nord e CasaPound indagherà a loro volta sulla vicenda. Il consigliere Fagni sapeva o non sapeva? Altrimenti si può pensare ad una manovra atta a screditare la neo sindaca Sara D’Ambrosio. Il sindaco Fantozzi rifletta prima di attaccare i profughi che stanno vivendo una vita segnata dalla sofferenza, dalla fame e disperazione, dovute per lo più da guerre da cui fuggono. Cominci a pensare concretamente al nostro comune, non solo a fare proclami di opere che puntualmente rimangono chimere”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.