La spada e la croce, ad Athena videoproiezione sulla prima grande guerra

Prosegue l’attività legata al progetto La spada e la croce, riguardante le immagini della guerra associate a quelle della religione nelle stampe popolari d’epoca, curato dall’Associazione culturale Ponte. Mercoledì (5 ottobre) alle 21 al museo Athena in via Carlo Piaggia a Capannori Sebastiano Micheli, presidente dell’associazione, terrà una videoproiezione commentata relativa al materiale prodotto dal 1910 al 1935 con particolare riferimento alla campagna di Libia e alla prima guerra mondiale.

Si tratta di un completamento di quanto trattato nella mostra allestita allo stesso museo, relativa agli anni 1935-1950, legati alla Campagna d’Etiopia, alla guerra civile spagnola e alla seconda guerra mondiale con gli inevitabili strascichi successivi. Rimarrà aperta fino al 12 ottobre dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12 e il martedì e il giovedì dalle 14,30 alle 17,30. L’ingresso è gratuito. Tra gli aspetti più interessanti dell’esposizione vi sono i pannelli con le riproduzioni dei documenti stampati localmente e a livello nazionale, tra cui spiccano i santini relativi alle Flechas Azules delle brigate miste italo-spagnole, al Corpo di Spedizione Italiano in Russia e ai gruppi partigiani di diversa estrazione usati anche come riconoscimento e lasciapassare. Si possono ammirare anche reperti “fisici” tra cui la cassetta militare tedesca integra a simboleggiare la guerra e per raffronto il “carettolo” costruito riutilizzandone una simile a indicare una pace ritrovata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.