Ad Accumoli i 7500 euro raccolti con “Un piatto di solidarietà”

Il ricavato della cena Un piatto di solidarietà che si è tenuta lo scorso 9 settembre a Paganico a sostegno delle popolazioni terremotate del centro Italia sarà devoluto al comune di Accumoli. E’ questa la decisione presa questa mattina (5 ottobre) dalle associazioni organizzatrici della serata nel corso di una riunione che si è svolta nel palazzo comunale di Capannori assieme al sindaco Luca Menesini e all’assessore alla partecipazione Matteo Francesconi.

I promotori dell’evento hanno dunque deciso di seguire il percorso intrapreso a livello provinciale sia dall’ente di Palazzo Ducale sia da altre amministrazioni, stabilendo di destinare il ricavato dei 1500 coperti, pari a 7500 euro, al territorio interessato dall’epicentro del sisma del 24 agosto. In una fase successiva assieme all’amministrazione del Comune in provincia di Rieti sarà individuata l’opera verso cui destinare i fondi. Tra le ipotesi c’è quella di un immobile pubblico.
Visto il successo della cena, i presenti hanno inoltre deciso di organizzare nei prossimi mesi un’altra iniziativa di raccolta fondi, sempre sotto la regia del Comune di Capannori. L’opera delle associazioni e delle sagre unite sotto il segno della solidarietà avrà quindi un seguito.
“Sono veramente fiero del forte spirito che si è venuto a creare con la cena di settembre, che ha messo in mostra le qualità della comunità di Capannori – dichiara il sindaco Luca Menesini -. Il mettersi a disposizione per aiutare gli altri, destinando il proprio tempo e le proprie risorse, nonché l’agire tutti assieme verso un comune obiettivo di solidarietà sono elementi che contraddistinguono le nostre donne e i nostri uomini. Ho ringraziato uno a uno coloro che hanno contribuito alla riuscita dell’iniziativa e che oggi, tutti assieme, hanno deciso di destinare i fondi ad Accomoli. Ho anche accolto con favore la volontà di promuovere un altro evento; l’amministrazione comunale è a loro fianco e continuerà a sostenere iniziative simili”.
Al termine dell’incontro il primo cittadino ha inoltre consegnato una pergamena di ringraziamento a tutte le associazioni che hanno contribuito a Un piatto di solidarietà: Associazione italiana celiachia, associazione La Corte di Marlia, associazione La sorgente di Guamo, Associazione nazionale autieri d’Italia, Sagra della zuppa alla Frantoiana di Segromigno in Piano, Festa Giallorossa Segromigno in Piano, Festa Paesana Lunata, Sagra del fungo porcino e della polenta Massa Macinaia, Sagra del tagliarino Paganico, Sagra del tordello Segromigno in Monte, Sagra dell’oliva dolce Matraia, Sagra paesana San Jacopo Lammari, le Misericordie e i gruppi di protezione civile del territorio di Capannori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.