Cagliari assessora. Si dimette coordinatore lista civica

Sarà Martina Cagliari, 26enne studentessa in scienze politiche, eletta consigliera comunale nella lista del Pd, la nuova assessora alla cultura del Comune di Altopascio. Così ha deciso il sindaco Sara D’Ambrosio che ha comunicato la propria scelta questa sera in una riunione di maggioranza cui, oltre ai rappresentanti del Partito Democratico, ha partecipato anche la lista civica ViviAmo Altopascio.

La studentessa ha vinto così il “ballottaggio” con la professoressa Rossella Bianucci, nome indicato dalla lista civica, 61enne insegnante di lettere e appassionata di storia locale. Una decisione che, però, non ha mancato di lasciare strascichi. Si è dimesso, infatti, subito dopo l’annuncio fatto dal sindaco, il coordinatore della lista civica ViviAmo Altopascio, Roberto Mussini: “Ritengo – dice Mussini – anche a nome della mia lista, che si tratti di un insuccesso politico e per questo mi dimetto dal ruolo di coordinatore”. L’ormai ex coordinatore, in sostanza, ritiene che la nomina della consigliera del Pd al ruolo di assessore, modifichi in qualche modo l’equilibrio di forze all’interno della giunta comunale, visto che l’assessore uscente Marzia Riccomi, dimessasi per motivi personali, era proprio espressione di ViviAmo Altopascio. Le dimissioni di Mussini, comunque, non mettono in discussione l’appoggio di ViviAmo Altopascio alla giunta del sindaco Sara D’Ambrosio ma scaturiscono da una riflessione politica del coordinatore che, con questa decisione, ha voluto dare un forte segnale di dissenso rispetto alle scelte della sindaca D’Ambrosio.
Diversa, invece, la posizione dei consiglieri della lista civica, dal capogruppo Marco Ghimenti al presidente del consiglio Sergio Sensi: “La lista ViviAmo Altopascio – dice il capogruppo Ghimenti – ha accolto e presentato il nome della consigliera Bianucci ,con grande spirito di sacrificio, si è messa a disposizione, ma fin da subito ha lasciato al sindaco piena libertà e autonomia di scelta sul nome da proporre per l’assessorato”. “Ieri – prosegue Ghimenti – abbiamo incontrato il primo cittadino, presentando la disponibilità della consigliera Bianucci, oggi poi siamo stati convocati e ci è stata resa nota la decisione che rientra nell’ampia autonomia che avevamo dato al sindaco nella scelta del nuovo assessore. Il coordinatore Mussini, che ricopre una carica interna alla lista civica e non ha funzioni di portavoce della stessa, ha fatto una scelta personale che non rispecchia la posizione della lista”. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.