Marchetti: “Viviamo Altopascio commissariato dal Pd”

“Gli ultimi fatti che hanno visto le dimissioni dopo pochi mesi dell’assessore Marzia Riccomi e la sua sostituzione con una consigliera del Pd, invece che, come sarebbe stato naturale, con una esponente di Viviamo Altopascio, dimostrano tutto il malessere di una amministrazione gestita da ragazzi sottoposti al commissariamento del partito”. La lista Insieme per Altopascio che fa capo all’ex sindaco Maurizio Marchetti torna all’attacco dopo le dimissioni in giunta.

“Una delusione – si legge ancora nella nota – per chi aveva creduto davvero che iniziasse un’altra storia, dovendo poi registrare che siamo a livelli che nemmeno la prima, vituperata repubblica aveva mostrato. Una conferma dell’arroganza del Pd che prima delle elezioni promette e accoglie, salvo poi fare come se fosse il padrone di tutto, addirittura attraverso il segretario del partito che gestisce tutto senza avere alcun mandato elettorale. Ne prendano atto gli esponenti di Viviamo Altopascio, che sono stati ingannati da persone che fanno così al governo nazionale e in ogni ente dove possono mettere le mani. Non conta l’interesse delle persone, utili solo quando devono votare e poi inascoltate dopo. Conta solo l’interesse del partito e dei suoi vertici, ad Altopascio come altrove, e chi come il capogruppo Ghimenti sostiene che è importante il progetto, noi rispondiamo, ma quale progetto? Siamo solo in presenza di un arrogante è sterile monocolore PD , che non curante, mette il ” Tutor”, nella persona dell’ex segretario del partito, ad un inconcludente sindaco. Fino a che in Italia comanderanno queste persone, non potremo certamente andare bene. In questo caso ci rimettono gli altopascesi e quelli che hanno avuto l’illusione di migliorare, accorgendosi del contrario quando ormai era troppo tardi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.