Un anno di mandato D’Ambrosio, Fagni: “Non ha fatto nulla”

Il bilancio di un anno di mandato non va giù a Francesco Fagni, capogruppo di opposizione ad Altopascio, che si dice “esterrefatto” dalle dichiarazioni del primo cittadino Sara D’Ambrosio.
“C’è da restare esterrefatti – dice – a leggere le dichiarazioni del sindaco D’Ambrosio. Il suo è stato un anno di nulla, semplicemente. E allora si va di nuovo a cercare la passata amministrazione… colpevole ad esempio di aver inaugurato la nuova biblioteca (un vero gioiello tra l’altro) con l’ascensore non ancora funzionante e per questo dice “inaccessibile a molti”. Ma lo sa la sindaca che la biblioteca era lì da trent’anni e che è stata sempre accessibilissima seppure l’ascensore non ci sia mai stato? L’ascensore lo abbiamo messo noi durante la ristrutturazione; non era ancora attivo il giorno dell’inaugurazione è vero, ma ad attivarlo ci vogliono (pratiche comprese) sì e no 15 giorni, possibile che loro non ci siano riusciti in un anno?”. “Parla poi di contenziosi, di eredità come Via Gavinana – prosegue Fagni – come se avessimo lasciato dei disastri, quando invece i disastri li ha fatti lei rallentando e ostacolando i lavori già partiti soltanto per incapacità o peggio, per voler mettere in cattiva luce il lavoro dell’amministrazione precedente. La verità è che ciò che si è visto fino ad ora in giro è solo merito di quell’eredità di cui parla, lavori che riuscimmo a far partire alla fine del mandato scorso non perchè c’erano le elezioni, ma perchè sapemmo cogliere l’opportunità che fu data dal governo ai Comuni virtuosi come il nostro di appaltare in un mese (era questa la discriminante), tutta una serie di lavori potendoli estromettere dal patto di stabilità. Senza quell’eredità oggi non saprebbe di cosa parlare se non dei disastri che ha causato lei proprio a partire da quell’azzeramento delle posizioni organizzative da lei tanto decantato, che così com’è stato fatto (malissimo) ha tenuto bloccato il Comune per un anno”.

“L’eredità vera è che le è stato consegnato un Comune in salute come pochi – prosegue Fagni – come certificato dal suo assessore al bilancio in Consiglio Comunale Remaschi. Tra l’altro si sono vantati di aver racimolato tramite le loro conoscenze centinaia di migliaia di euro dai vari enti per lavori: dove sono questi soldi? Perchè ai cittadini che chiedono più attenzione al territorio viene risposto che non ci sono soldi e viene immancabilmente tirata in ballo la vecchia amministrazione? Dare la colpa al passato ormai non basta più e la sindaca farebbe bene ad incontrare i cittadini che le chiedono aiuto, cittadini che si sentono rispondere le cose più assurde: “Non riceve perchè è timida…” o peggio ancora “Ha detto che non mi riceve, non ho né casa né lavoro ma mi ha detto che lei ha cose serie a cui pensare e non può stare dietro a tutti quelli che hanno problemi”. Quindi è questa la situazione reale, se ne sono accorti i cittadini che un anno fa se la sono trovata alla porta per chiedere loro il consenso per “yn’altra storia”. Bene, sembra che la sindaca non abbia perso il vizio di suonare i campanelli ma ad Altopascio non li suona più, suona quelli di Lucca per chiedere l’appoggio a Tambellini (per fare questo il tempo lo trova), salvo poi essere immancabilmente derisa sui social network. Altra bella figura, complimenti!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.