Massa Macinaia, via ai lavori per la rete fognaria

Un sogno che diventa realtà. Dopo tanti anni di attesa ecco finalmente il via ai lavori per la realizzazione delle fognature a Massa Macinaia che, ad oggi, rimaneva una delle poche frazioni del Comune di Capannori ad esserne sprovvista. Un intervento importante e costoso, quello partito ormai da qualche giorno e che terminerà entro l’estate, che riempie di soddisfazione sia l’amministrazione comunale – che ha visto soprattutto l’impegno della consigliera comunale Giulia Volpi – che Acque Spa, l’ente che guiderà il cantiere. A verificare lo stato dei lavori – il cui importo complessivo sarà di quasi 2 milioni di euro – questa mattina (6 marzo) il sindaco di Capannori Luca Menesini, l’assessore ai lavori pubblici PierAngelo Bandoni, il presidente di Acque Spa Giuseppe Sardu e il consigliere di Capannori In Acque Antonio Bertolucci. 

“Erano tanti anni che a Capannori non si vedeva un cantiere così grande – ha detto il sindaco Menesini – Quello delle fognature era un intervento molto atteso dai cittadini di Massa Macinaia che, purtroppo, ad oggi sono sprovvisti anche di metano e di acquedotto, tutte questioni che cercheremo di risolvere in futuro”.
“Questo è uno degli interventi più importanti sul territorio – ha spiegato il presidente di Acque Spa – Questa zona purtroppo ha sempre avuto una carenza cronica sul sistema fognario e con questo cantiere andiamo sicuramente a dare una bella risposta”.
“Questo intervento – ha aggiunto l’assessore Bandoni – rimarca l’attenzione da parte dell’amministrazione comunale sui servizi necessari che rendono più vivibile il territorio. Questo non è un punto di arrivo, sicuramente c’è ancora molto da fare”.
Ma in cosa consiste l’intervento? Spieghiamolo: i lavori riguarderanno la realizzazione di una serie di tubazioni a gravità lungo via Ponte Maggiore, via della Chiesa e lungo la strada provinciale 26 di Sottomonte. Queste, recapiteranno in una stazione di sollevamento che verrà poi posizionata nei pressi di Corte Pistelli e che, a sua volta, spingerà i reflui mediante una tubazione premente verso la fognatura posta lungo la strada provinciale a nord del canale Rogio e quindi all’impianto depurativo di Casa del Lupo.
L’intervento, inoltre, sarà suddiviso in tre fasi: la prima, i cui lavori saranno eseguiti e diretti da aziende del Gruppo Acque, prevede la realizzazione di due tratti di tubazione per una lunghezza complessiva di quasi mille metri per una durata prevista di circa 4 mesi. A seguire, si procederà invece con la realizzazione della nuova stazione di sollevamento. Sempre nella seconda fase dei lavori verrà definita la progettazione esecutiva e verranno acquisite le aree private necessarie alla realizzazione degli ultimi due tratti di fognatura previsti (terza fase) per una lunghezza di ulteriori mille metri. “Una volta terminati i lavori – ha spiegato il sindaco Menesini – le utenze potranno procedere al collegamento alla rete fognaria, in quanto l’infrastruttura sarà già dotata di predisposizione all’allaccio. Il nostro compito sarà quello di vigilare affinchè tutti si allaccino”.
Un intervento, quello di Massa Macinaia, che segue ad altre opere nelle frazioni: solo nel comune di Capannori, infatti, gli investimenti eseguiti da Acque sono stati per oltre 27milioni di euro, quasi equamente ripartiti tra acquedotto e fognatura-depurazione. Tra gli interventi il potenziamento della centrale idrica di Paganico, ma anche il risanamento delle reti idriche lungo via Sottomonte, via del Tiglio e via San Ginese (qui l’intervento è in fase di conclusione); ma anche l’interconnessione degli acquedotti locali (sistema che dà maggiori garanzie in termini di continuità del servizio) e la realizzazione dell’acquedotto Erta-Lappato. E poi ancora: l’estensione della rete fognaria Sant’Andrea-Santa Margherita-Zone-Lunata, il risanamento delle condotte fognarie in via Vecchia Pesciatina e in via del Popolo, la ristrutturazione del depuratore di Colle di Compito. Lavori che vedono l’importante contributo del Comune di Capannori, con l’obiettivo comune di migliorare ancora di più l’efficienza del servizio idrico e la qualità della vita, anche a livello ambientale, per tutti i cittadini. Per consentire lo svolgimento dei lavori alla rete fognaria di Massa Macinaia, come molti di voi già sapranno, via Ponte Maggiore è stata chiusa al traffico per circa tre mesi.

Giulia Prete

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.