Altopascio, la maggioranza: “Su assi viari nostra posizione chiara da sempre”

“Siamo a oltre due anni dalle ultime elezioni amministrative, in cui il sindaco Sara D’Ambrosio vinse su Fagni, unico candidato di destra in Toscana uscito sconfitto da quella tornata elettorale, e ancora nelle parole di quest’ultimo, che nel frattempo ha abbandonato la nave alla deriva di Forza Italia, si legge un risentimento e dei contenuti completamente fuori luogo. Sugli assi viari il sindaco di Altopascio non tace”. La maggioranza di Altopascio fa quadrato intorno al primo cittadino Sara D’Amborosio che negli scorsi giorni era stata attaccata da Francesco Fagni della Lega. Secondo l’esponente del carroccio, il sindaco di Altopascio sarebbe colpevole di essersi mossa tardi per gli assi viari.

“L’amministrazione che sosteniamo – si legge in una nota congiunta del Partito Democratico e della lista civica Viviamo Altopascio – ha sempre difeso l’importanza di realizzare il terzo lotto della circonvallazione: da due anni a questa parte, a intervalli regolari, il sindaco e l’attuale amministrazione sono più volte usciti definendo in modo netto la propria posizione. Mai questa maggioranza ha messo in discussione l’utilità dell’opera: al contrario abbiamo più volte ribadito la necessità di far avanzare la progettazione dell’opera viaria che dovrà raccordare il casello di Capannori a quello di Altopascio. Adesso chiediamo al governo chiarezza. Al governo che Fagni sostiene con tanto ardore, chiediamo di confermare il lavoro fatto fino ad oggi, di dare tempi certi alla progettazione e alla realizzazione degli assi viari”. “Questa richiesta di chiarezza e trasparenza, alla luce delle tante opere messe in discussione a livello nazionale dal Governo, ci sembra pertinente e utile per tutto il territorio – prosegue la nota -. In questo Fagni potrebbe dare una mano, non al sindaco con cui per forza di cose ha maturato una viscerale conflittualità, ma una mano ad Altopascio. Invece di dare lezioncine fini a se stesse, il consigliere si adoperi affinché i membri del suo nuovo partito prendano posizioni chiare su questi temi. La nostra amministrazione le opere pubbliche le vuole e lo ha dimostrato quando si è presentata l’opportunità di realizzare il progetto di sottopasso per eliminare le file infinite al passaggio a livello sulla via Francesca Romea. Noi vogliamo quell’opera come vogliamo gli assi viari, lo abbiamo sempre detto con molta chiarezza e andiamo avanti per vedere quanto prima i cantieri”.
“Infine – conclude la nota – quando leggiamo Fagni che ci chiede conto di quanto fatto in due anni, non volendo scendere in polemica con una persona che ha governato Altopascio per oltre 10 anni, ci rivolgiamo ai cittadini che sanno riconoscere meriti, errori, successi e insuccessi di un’amministrazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.