Bus affollati, maggioranza Altopascio: “Lega fa come sempre propaganda”

“Ancora una volta la Lega di Altopascio non perde occasione per trasformare un problema reale e concreto come terreno di propaganda elettorale e di scontro destra/sinistra. Una strategia vecchia e superata, che ha come unico obiettivo quello di annoiare i cittadini”. Così i consiglieri di Pd e Viviamo Altopascio replicano alla nosta del partito di Salvini: “La Lega, infatti – dicono – nell’accodarsi a quanto già detto e fatto dell’amministrazione D’Ambrosio tra ieri e ieri l’altro per risolvere il problema del sovraffollamento sui bus che trasportano gli studenti altopascesi a Pescia, tenta di incolpare il sindaco anche di questa situazione, quando è chiaro e noto a tutti che le questioni che governano il trasporto pubblico locale ricadono in ben altri ambiti. Ciò che giustamente interessa ai cittadini è che vengano trovate le soluzioni ai problemi. E proprio per questo motivo il sindaco Sara D’Ambrosio, una volta appresa la situazione critica sulla tratta Altopascio – Pescia, si è subito attivata per individuare le azioni necessarie alla soluzione del problema e, insieme a lei, continueremo nelle prossime settimane e mesi a monitorare l’adeguatezza e la qualità del servizio”.

“I consigli li prendiamo sempre volentieri da tutti – proseguono i consiglieri di maggioranza – ma vorremmo evitarci le lezioni da forze politiche che, dopo anni e anni di governo a Lucca, hanno lasciato l’azienda Clap in condizioni prossime al collasso e che in altre province in cui governano attualmente stanno andando verso privatizzazioni e depotenziamenti delle aziende di trasporto. La Regione Toscana, pur con tutte le difficoltà soprattutto di carattere economico, ha deciso di investire nel trasporto alternativo all’auto privata e nella mobilità sostenibile e l’esempio più evidente per il nostro territorio, oltre ai nuovi treni regionali che viaggiano sulle nostre linee, è il progetto per la realizzazione del raddoppio ferroviario sulla tratta Lucca-Pistoia. Emerge anche da rapporti e da studi di enti terzi che la Toscana è una regione che, con tutti i limiti di cui siamo consapevoli, garantisce negli anni continuità degli stanziamenti, innovazione del servizio e progressivo potenziamento delle linee”.
“Anche la scelta – cponclude la nota – di aver spinto tutte le vecchie aziende toscane che gestivano il trasporto pubblico locale a consorziarsi per garantire il servizio è stata una scelta che sta dando i suoi frutti: la soluzione al disservizio registrato sulla tratta che va a Pescia è stata possibile proprio perché l’azienda è riuscita a individuare, in un bacino diverso dalla Piana di Lucca, un mezzo più idoneo e capiente da dedicare a quella corsa. Invece di fare propaganda, noi proviamo a rimanere con l’orecchio tra la gente, per ascoltare i cittadini e lavorare per trovare soluzioni concrete”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.