Maniglia (Lega): “Sicurezza, a Capannori con Bartolomei ci ispiriamo al sindaco di New York”

Più informazioni su

Sicurezza priorità per la Lega che ha scelto di sostenere il candidato Salvadore Bartolomei come garanzia. Parola della segretaria Marcella Maniglia che ricapitola il programma del candidato partendo da una situazione ritenuta non adeguata. Il Carroccio, spiega Maniglia, si ispira al sindaco di New York sul fronte della sicurezza.

“Sono sempre maggiori – afferma – i casi di violenza nei confronti di soggetti, evidentemente indifesi, da parte di delinquenti, nostrani o acquisiti poco importa in questo frangente.
La cronaca nera locale è particolarmente ricca di casi di aggressione, scippo, violazione di domicilio ecc, soprattutto nel Comune di Capannori dove, i Carabinieri fanno immensi sacrifici per garantire sicurezza e ordine pubblico, ma il loro prezioso contributo non è sufficiente dal momento che, l’amministrazione attuale targata PD, non ha mai preso misure precauzionali o predisposto interventi mirati, al fine di difendere i propri cittadini.  Abbiamo scelto Salvadore Bartolomei come nostro candidato a sindaco non a caso, bensì perché lui, oltre alle tante qualità che caratterizzano la sua figura umana e politica, concorda con noi circa le misure da adottare e che, egli stesso, ha riassunto in potenziamento del numero di agenti di polizia municipale, istituzione della figura del vigile di quartiere, azione notturna degli agenti sul territorio,potenziamento degli impianti di videosorveglianza pubblica e sconti/rimborsi per i privati che disporranno di tali strumenti nelle proprie abitazioni  e revisione totale del sistema di illuminazione pubblica, attualmente fatiscente ed alto splendente. Come Lega ci siamo ispirati al sindaco di New York, Rudolph Giuliani, per lanciare in questo ultimo fine settimana un’iniziativa chiamata Tolleranza Zero e che, come dice lo stesso nome, punta a stabilire maggiore disciplina in diversi campi, dal pagamento del biglietto sull’autobus fino allo sgombero dei campi nomadi abusivi, attraverso protocolli d’intesa tra regione e comuni. Capannori aderirà a tale progetto appena l’attuale giunta andrà a casa”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.