I Korabeat in concerto alla Sagra dei mondi di Paganico

Nuova esibizione lucchese per i Korabeat. Il quintetto afrojazz torinese si esibirà sabato (13 luglio) alla Sagra dei mondi nello spazio sagra di Paganico a partire dalle 21,30. Il gruppo presenterà il nuovo album dal titolo Yakar, uscito lo scorso febbraio.

Yakar: speranza. Il titolo del nuovo lavoro discografico dei Korabeat non poteva che essere questo, visto che Yakar racconta e suona la speranza. I testi delle canzoni narrano storie, storie che partono dal Senegal e dai paesi vicini e viaggiano sino ad arrivare a noi con l’intento di trasmettere un chiaro messaggio: qualunque cosa sia successa, si può ricominciare insieme.
Cheikh Fall, voce dei Korabeat, è molto legato alle tradizioni artistiche e religiose africane, le quali risultano un fondamentale, saldo punto di partenza per sperimentare altri mondi, musicali e non. Ed è proprio dall’incontro tra culture artistiche, tra la musica tradizionale senegalese e la cultura musicale occidentale, che nascono i Korabeat.
Nel loro sound la kora, strumento fondante della tradizione musicale africana centro-occidentale, intrattiene un dialogo costante con il sax di Gianni Denitto, che, in costante equilibrio tra jazz ed elettronica, è in grado di spostare il discorso musicale su un nuovo livello.
Anche le percussioni di Badara Dieng (non solo djembè, ma anche sabar, bougarabou, xine e la tama) sostengono la ritmica insieme al basso di Andrea Di Marco, fondendo stili diversi e rivelandosi in perfetto equilibrio nella batteria di Samba Fall, capace di rispondere allo stesso tempo alle chiamate delle percussioni e creare groove afrofunk con il basso.
Tutti questi incontri si ritrovano nei testi, che affrontano anche difficili passaggi come i viaggi della speranza dei migranti (che alcuni di loro conoscono da vicino) e storie di dolori terribili, che però conducono sempre a un nuovo cammino.
Come la potenza della loro musica, così yakar è un vero e proprio grido di speranza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.