Bobo Rondelli ad Artè con il suo libro autobiografico

Sale l’attesa per Bobo Rondelli a Capannori. Il cantautore, poeta e attore livornese sabato (12 ottobre) alle 17,15 al teatro Artè in via Carlo Piaggia aprirà l’edizione 2019 del Capannori underground festival, rassegna di Lucca Underground Festival dedicata alla ‘cultura alternativa’.

Rondelli presenterà il suo libro autobiografico Che hai da guardare edito da Mondadori. Rondelli è uno degli ultimi ‘maledetti’ della canzone e della poesia italiana, un artista che porta con sé la beffarda, dolente, orgogliosa eredità umana e politica della sua Livorno, fondata, come racconta lui stesso, “da ladri, prostitute, prigionieri politici”. Rondelli ha scritto e continua a scrivere canzoni che sanno di amori difficili, di rabbia e malinconia, e soprattutto continua a fare del palco, da vero performer, la sua vera patria, mescolando il graffio della comicità e della provocazione al ripiegamento della ballata. Nella pubblicazione Rondelli “fa i conti” con chi l’ha messo al mondo, con la Livorno che lo ha visto crescere, con le donne, con la solitudine, con l’alcol e la droga e con la musica. 
“Bobo Rondelli è per tutti noi un punto di riferimento non solo musicale – spiega Gianmarco Caselli, ideatore e direttore artistico della rassegna – ma anche umano, e per certi versi rappresenta ciò che tutti noi vorremmo continuare a essere”. 
La settimana successiva, sabato (19 ottobre) sempre alle 17,15, Capannori underground festival vedrà salire sul paco di Artè un’altra personalità di fama internazionale: Valerio Massimo Manfredi, archeologo, scrittore e conduttore televisivo. Manfredi concentrerà il suo intervento sulla sua ultima fatica letteraria, ‘Quinto comandamento’. L’ultimo appuntamento di Capannori Underground Festival è in programma sabato 26 ottobre al polo culturale Artémisia a Tassignano alle 17,15 con il dj Dome La Muerte che parlerà della musica undergound italiana negli anni ’80-’90. Saranno presenti anche Marco Puccinelli che presenterà il suo repertage fotografico Siberia, alla ricerca dell’infinito e Marianna Perilli con una performance sulla Beat Generation. L’ingresso è libero. E’ consigliata la prenotazione a associazionevaga@gmail.com o al numero 3474433915. L’evento organizzato e promosso dall’associazione Vaga (Visioni Atipiche Giovani Artisti) in collaborazione con Comune di Capannori, Provincia di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Arci comitato Lucca Versilia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.