Capannori, Fdi chiede una consulta per la disabilità

A Capannori serve una commissione sul tema della disabilità. A chiederlo è Fratelli d’Italia Capannori
“Esiste un assessore con delega alla disabilità – scrive il partito – ma a Capannori manca tutto il resto. Già durante la campagna elettorale, avevamo fatta nostra l’idea di istituire la figura del garante alla persona disabile e di abbattere le barriere architettoniche presenti all’interno delle nostre frazioni, ed oggi intendiamo portare in consiglio comunale proposte che riguardano uno dei temi più importanti da trattare. A Capannori, come detto, la delega al tema della disabilità è in mano all’assessore Frediani ma manca una consulta apposita (o commissione, che si preferisca) così come manca la figura del garante della persona disabile e l’adesione al Peba, il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche”.

“Trattandosi di un tema tanto importante quanto delicato – prosegue Fdi – prima di intraprendere ogni iniziativa abbiamo voluto organizzare un tavolo apposito, aperto ai capannoresi che, quotidianamente, vivono il tema della disabilità all’interno della propria famiglia. Tra le coordinatrici del tavolo, Giada Alessandri, membro del direttivo di Fratelli d’Italia Capannori”. 
“Il garante della disabilità è un’istituzione che permette ai familiari un contatto migliore con gli enti – spiega Alessandri –  gli utenti dei servizi ai disabili devono essere informati su cosa il comune fa e come soprattutto distribuisce le risorse in campo, non devono essere lasciati soli come è sempre accaduto, distinguendo in cittadini di serie A e cittadini di serie B”.
“Tra i tanti spunti, siamo riusciti a presentare due mozioni per sensibilizzare il consiglio comunale sul tema – afferma il consigliere comunale Matteo Petrini –  La prima riguarda l’istituzione di una consulta per le politiche a favore delle persone disabili che sia aperta non solo alle associazioni e agli organi politici, ma anche a tutti quei capannoresi che, pur non facendo parte di alcuna associazione, sono direttamente interessati riguardo al tema. La consulta, lavorando in maniera organica e a pieno regime, sarebbe in grado di offrire ottimi spunti all’amministrazione comunale formulando raccomandazioni, proposte e osservazione circa i servizi offerti dal Comune”.
“La seconda mozione – prosegue – altrettanto importante, riguarda l’adozione del Peba per l’eliminazione delle barriere architettoniche presso gli spazi e gli edifici pubblici. Il Peba nient’altro è che uno strumento di pianificazione urbanistica che consentirebbe di rendere le nostre frazioni fruibili per le persone affette da disabilità, classificando le barriere architettoniche presenti e stimando i costi per il loro abbattimento. Ci auguriamo che, come le altre mozioni presentate da Fdi, anche queste relative alla disabilità vengano discusse e approvate quanto prima. Per il bene di tutti i capannoresi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.